Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio

REDAZIONE FORLI


FORLÌ: Giovedì i funerali di Stelio De Carolis Attualità

FORLÌ: Giovedì i funerali di Stelio De Carolis

Dopo l'apertura della camera ardente, saranno celebrati giovedì i funerali per l'ex senatore repubblicano Stelio De Carolis, 80 anni, travolto e ucciso da un'auto mentre attraversava la strada a Meldola, dove abitava, la sera del 22 dicembre: alle 10.15 all'obitorio dell'ospedale Morgagni-Pierantoni di Forlì il saluto laico, poi alle 11.30 la funzione religiosa nella chiesa di San Nicolò di Meldola, seguita dalla sepoltura al cimitero. Il conducente dell'auto che l'ha travolto, un 41enne di Bertinoro alla guida di una Nissan Micra, é stato sottoposto all'alcoltest dalla Polizia stradale sul luogo dell'incidente e potrebbe essere accusato di omicidio stradale aggravato dallo stato di ebbrezza, quando la Procura di Forlì formulerà l'imputazione. Il fascicolo è in mano al procuratore capo facente funzioni Filippo Santangelo.


FORLÌ: All’asta le Officine Maraldi, prezzo base 4 milioni di euro | VIDEO Attualità

FORLÌ: All’asta le Officine Maraldi, prezzo base 4 milioni di euro | VIDEO

4.048.200 euro. È questo il prezzo base per lo storico complesso delle Officine Maraldi di Bertinoro, all’asta dal 17 gennaio. La ditta, che avrebbe raggiunto proprio quest’anno il traguardo del 70esimo anniversario dalla fondazione, nel 2016 aveva sospeso le proprie attività e lo scorso maggio aveva dichiarato fallimento. A tal proposito i curatori hanno sottolineato come l’azienda abbia comunque “potuto completare alcune commesse in quanto il tribunale di Forlì ha autorizzato l’esercizio provvisorio d’impresa”.  Inoltre, nel caso la prima asta fosse disertata, ne sono già state previste due ulteriori a prezzi ribassati del 25%: il 24 gennaio a poco più di 3 milioni di euro ed una settimana dopo intorno a 2.280.000 euro. È stato infine reso noto che le offerte, irrevocabili di acquisto, dovranno essere depositate entro le ore 12 del giorno precedente l’asta.


FORLÌ: Positivo all'alcoltest, si aggrava la posizione dell'investitore di De Carolis Cronaca

FORLÌ: Positivo all'alcoltest, si aggrava la posizione dell'investitore di De Carolis

Proseguono le indagini sulle circostanze che hanno portato alla morte di Stelio De Carolis avvenuta a Meldola, nel forlivese, nella serata di venerdì sera: il responso dell'esame realizzato subito dopo l'incidente fatale ha rivelato come il 41enne originario di Forlimpopoli che ha investito e ucciso l'ex senatore sia risultato positivo all'alcoltest. Intanto appare ormai definita la dinamica del sinistro: secondo le testimonianze ed i rilievi raccolti sul posto De Carolis stava attraversando la strada per gettare la spazzatura quando è stato travolto dalla Nissan Micra guidata dall’uomo residente a Bertinoro che procedeva in direzione di Forlì. Ora si è aggiunta anche la circostanza della guida in stato di ebbrezza: un'aggravante che sarà dunque sottoposta al vaglio della Procura a cui spetterà il compito di formulare le ipotesi di reato.


FORLÌ: Tappa eccezionale al teatro Diego Fabbri per NoCyberbullismo Attualità

FORLÌ: Tappa eccezionale al teatro Diego Fabbri per NoCyberbullismo

Il progetto di sensibilizzazione contro il cyberbullismo realizzato da Unieuro in collaborazione con Polizia di Stato torna per una tappa straordinaria al Teatro Diego Fabbri di Forlì. Sarà il momento per fare il punto su questa campagna fortemente voluta dall'insegna con l'intento di informare, ma anche fornire gli strumenti per prevenire episodi di cyberbullismo, attraverso un’opera di responsabilizzazione in merito all’uso della “parola” e della tecnologia. In sala, oltre 700 ragazzi delle scuole superiori della città assisteranno alla proiezione del docufilm #cuoriconnessi, che racconta storie reali di alcune vittime di cyberbullismo, un fenomeno dilagante tra le nuove generazioni. L'autore del docufilm Luca Pagliari farà capire l’importanza delle parole in tutte le sue sfumature attraverso filmati e testimonianze dirette. Ospite speciale della giornata in sala sarà il team della Pallacanestro Unieuro Forlì, per testimoniare la vicinanza della squadra al progetto di sensibilizzazione e ai valori di responsabilità sociale dell’azienda. “Si tratta di un fenomeno terribile” afferma Giancarlo Nicosanti Monterastelli, Amministratore Delegato di Unieuro “È inaccettabile che il web, utilizzato con superficialità, possa provocare traumi in ragazzi in un’età particolarmente sensibile. Ci siamo sentiti in dovere di sostenere una campagna che sensibilizza i giovani a un utilizzo responsabile dei dispositivi elettronici quali computer, smartphone e tablet e lo abbiamo raccontato in questi mesi a migliaia di studenti. Siamo felici di ritornare con la tappa di #cuoriconnessi nella nostra città proprio in occasione di questo periodo così importante per ogni famiglia.” “La campagna di sensibilizzazione di Unieuro, oltre al tour #cuoriconnessi, prevede una formazione specifica rivolta al personale sul punto vendita. Un’azienda è fatta innanzitutto di persone – dichiara Marco Titi, Direttore marketing di Unieuro – per questo anche i nostri 497 negozi sono stati coinvolti grazie a una campagna informativa rivolta ai nostri clienti. Il progetto rispecchia perfettamente il cuore pulsante, simbolo distintivo non solo del nostro logo ma anche dei valori della nostra azienda, primo fra tutti la vicinanza al cliente. Nei nostri punti vendita presenti in tutta Italia vendiamo quotidianamente quei device che fanno sempre più parte del quotidiano dei ragazzi e che possono “abilitare” i comportamenti di cyberbullismo che vogliamo contrastare: vogliamo coinvolgere più piazze possibile, sempre con il supporto prezioso della Polizia di Stato che ci sta affiancando in ogni passaggio.”


FORLÌ: Cene e regali, agenti e dirigenti polstrada dal giudice Cronaca

FORLÌ: Cene e regali, agenti e dirigenti polstrada dal giudice

Compariranno il 17 gennaio 2018 davanti al Gup di Forlì Monica Galassi i dirigenti e gli agenti della sezione polstrada di San Piero in Bagno, sull'Appennino Cesenate, finita nell'occhio del ciclone nel settembre dell'anno scorso per un giro di presunte mazzette e regali (cene, prosciutti e denaro) che imprenditori dell'autotrasporto avrebbero elargito per 'far chiudere un occhio' alle pattuglie di controllo sull'E45 Cesena-Roma. Secondo le indagini - coordinate dal pm di Forlì Lucia Spirito e condotte dalla polizia giudiziaria del compartimento Polstrada di Bologna - l'ex comandante, il suo vice e un altro sottufficiale avrebbero sollecitato e accettato regali (anche in denaro) da alcune imprese di autotrasporto. Per questo sono indagati per corruzione e concussione. Insieme a loro compariranno davanti al Gup alcuni autotrasportatori, indagati per corruzione, e una ventina di agenti che dovranno rispondere di truffa ai danni dello Stato per essersi fatti pagare ore di straordinario senza averle effettuate e per abbandono di pubblico servizio.


FORLÌ: America Graffiti passa di mano, venduta per 35 milioni Economia

FORLÌ: America Graffiti passa di mano, venduta per 35 milioni

Il Gruppo Cigierre - Compagnia Generale Ristorazione Spa, punto di riferimento in Italia nel settore della ristorazione servita, ha raggiunto l’accordo per l’acquisizione della società America Graffiti Franchising Srl. Il contratto preliminare è stato siglato ieri a Forlì da Marco Di Giusto, amministratore delegato dell’azienda già proprietaria dei format Old Wild West, Wiener Haus, Shi’s e Pizzikotto, e Riccardo La Corte, presidente della realtà con sede a Forlì. L’operazione verrà finalizzata entro fine novembre 2017. La somma pattuita sarebbe di circa 35 milioni di euro. America Graffiti, catena nata nel 2008, è presente nel Nord e Centro Italia con 63 ristoranti, in gran parte gestiti con la formula del franchising. Essa è riconosciuta e apprezzata per l’inconfondibile stile fortemente ispirato all’America degli anni Cinquanta: ogni ristorante è la perfetta riproduzione dei mitici diner e fast food di quell’epoca, in cui gustare una grande varietà di piatti tipici della cucina a stelle e strisce, dall’hamburger alla carne grigliata, dal pollo fritto alla Cheesecake. “America Graffiti ha deciso di raggiungere l’accordo con il Gruppo Cigierre dopo aver ricevuto nel 2016 diverse manifestazioni di interesse da parte di gruppi di investitori, riconoscendo nella Compagnia Generale Ristorazione una realtà seria, solida e strutturata che potesse apportare un ulteriore contributo alla crescita del brand, mantenendone inalterata l’identità ed il concept che fortemente caratterizza i ristoranti della catena. – Spiega Riccardo La Corte, Presidente di America Graffiti Franchising – Insieme potremo affrontare con maggiore solidità le sfide che ci presenterà la continua evoluzione del mercato, con la certezza di far parte del Gruppo n°1 in Italia nella ristorazione servita”. “L’offerta commerciale di America Graffiti è complementare a quella degli altri marchi di Cigierre e l’organizzazione della gestione dei punti vendita è perfettamente allineata al nostro modus operandi. Anche dal punto di vista della cultura della qualità e dell’attenzione per la soddisfazione del cliente l’affinità è totale. - Spiega Marco Di Giusto, CEO di Cigierre – Grazie a questo format soddisferemo una fascia di mercato più ampia, con un’offerta commerciale alternativa ma sempre caratterizzata da qualità eccellente e grande divertimento per tutta la famiglia. Abbiamo programmi ambiziosi per lo sviluppo del format: contiamo di aprire almeno 50 ristoranti America Graffiti nei prossimi 5 anni, e di proseguire quindi lo sviluppo del gruppo Cigierre. Già dal 2018, includendo tutti i nostri format, prevediamo infatti un pari numero di aperture annuali in Italia e all’estero, con un particolare focus sulla Francia”. 


FORLÌ: Mixomatosi nei conigli al parco, Comune ordina 'zona infetta' Cronaca

FORLÌ: Mixomatosi nei conigli al parco, Comune ordina 'zona infetta'

Il Comune di Forlì ha disposto restrizioni nel parco urbano Franco Agosto costituendo, con una ordinanza, una 'zona infetta': una misura di polizia veterinaria giudicata necessaria per i conigli trovati infetti da mixomatosi. Proposte dal direttore della Sanità Animale forlivese del Dipartimento di Sanità pubblica dell'Ausl della Romagna, le misure di 'zona infetta' sono "in tutta l'area del parco delimitata dalla recinzione che sarà identificata dall'apposizione di tabelle con idonea iscrizione. L'ordinanza prevede la presa in carico di tutti i conigli presenti e il divieto di trasportare fuori dalla zona conigli vivi o morti. Dispone inoltre l'abbattimento dei conigli dichiarati infetti, la numerazione e l'isolamento dei conigli apparentemente sani e ribadisce il divieto di immettere conigli di altra provenienza". La mixomatosi, sottolinea il Comune in una nota, "è una malattia che aggredisce esclusivamente il coniglio e non colpisce né l'uomo, né altri animali".


1 / 3