Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio

REDAZIONE RAVENNA


RAVENNA: “Occhi elettronici” per Dante | VIDEO Attualità

RAVENNA: “Occhi elettronici” per Dante | VIDEO

E’ la telecamera sopra la Tomba di Dante a Ravenna la prima delle novità che riguardano la zona del Silenzio, che secondo l’amministrazione comunale, presto cambierà volto. Infatti in vista del 2021, data che rappresenta i 700 anni dalla morte di Dante Alighieri proprio a Ravenna, l’amministrazione vuole farsi trovare preparata con una nuova sistemazione urbanistica della zona dantesca, percorsi ad hoc sul tema, puntando ad invogliare i turisti a venire in città per il Sommo Poeta. In occasione di questa importante ricorrenza poi la Fondazione Cassa di Risparmio ha deciso di ammodernare il Museo e la biblioteca Dantesca con nuovi servizi multimediali e un nuovo allestimento. Nel frattempo le telecamere – di cui altre tre saranno installate alla biblioteca Classense -,  resteranno accese giorno e notte. In questa maniera la telecamera funzionerà anche come deterrente per gli atti vandalici, aumentando la sicurezza della zona. Il sistema di telecamere è definito "intelligente", cioè in grado di rilevare le presenze umane e distinguerle da altri "oggetti" o animali di passaggio. 


RAVENNA: Settimana di preghiera per le confessioni cristiane | VIDEO Attualità

RAVENNA: Settimana di preghiera per le confessioni cristiane | VIDEO

Comincia giovedì a Ravenna la Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani che durerà 8 giorni, fino al 25 gennaio. Un’iniziativa che vuole accomunare e avvicinare tutte le confessioni cristiane che trovano nella preghiera un momento di unione, il tema del 2018 è “Potente è la tua mano, Signore”. Giovedì alle 18.30 la messa nella chiesa di San Biagio sarà presieduta dall’arcivescovo Lorenzo Ghizzoni. Lunedì 22 alle 18, al monastero di San Stefano degli ulivi delle monache carmelitane, preghiera ecumenica e proiezione del filmato “La preghiera che unisce: Liturgia bizantino slava”. Mercoledì 24 nella parrocchia romena di Santo Spirito della Chiesa ortodossa moldava alle 19 è in programma la recita del vespro come momento di preghiera comune con le Chiese ortodosse. Saranno presenti l’arcivescovo Ghizzoni per la Chiesa cattolica, padre Daniel Vesea per la Chiesa ortodossa rumena, padre Serafim Valeriani per la Chiesa ortodossa russa e padre Alexei Boenciuc per la Chiesa ortodossa moldava. Giovedì 25 alle 18.30 a San Paolo, mons. Ghizzoni celebrerà la Santa di chiusura della Settimana. 



RAVENNA: La Procura pronta a interrogare Igor | VIDEO Cronaca

RAVENNA: La Procura pronta a interrogare Igor | VIDEO

La Procura di Ravenna ha chiesto formalmente ai magistrati spagnoli di interrogare Norbert Feher, alias Igor Vaclavic, sull'omicidio del metronotte Salvatore Chianese, 42 anni, morto nella notte tra il 29 e il 30 dicembre 2015 a Fosso Ghiaia, nel comune romagnolo. Si tratterebbe del primo degli omicidi di Igor in Italia a cui sono seguiti quelli del maggio 2017 commessi nelle province di Bologna e Ferrara. Il serbo, detenuto a Saragozza, è stato arrestato a Teruel a metà dicembre – dopo 8 mesi di fuga - per altri tre delitti e due tentati omicidi commessi in Spagna. I pm ravennati, il procuratore Alessandro Mancini e il sostituto Daniele Barberini, attraverso una rogatoria internazionale, hanno chiesto di partecipare all'interrogatorio dell'uomo e di visionare il verbale del sequestro delle armi che 'Igor' aveva con sé in Spagna: il metronotte venne freddato con un colpo di fucile al volto e il killer se n’era andato con la sua arma di ordinanza e il portafoglio. L'omicidio di Chianese, essendo il primo in ordine cronologico, potrebbe far diventare Ravenna la sede processuale per i crimini commessi dall’uomo.


RAVENNA: Il duo Lopez-Solenghi apre la rassegna del comico all’Alighieri | VIDEO Attualità

RAVENNA: Il duo Lopez-Solenghi apre la rassegna del comico all’Alighieri | VIDEO

E’ stata Accademia Perduta – Romagna Teatri a piazzarsi al primo posto nel bando per le convenzioni culturali del Comune di Ravenna per il comico e il teatro ragazzi all’ Alighieri. Ad aprire la rassegna del Comico il duo composto da Massimo Lopez e Tullio Solenghi in “Show”, seguito da 4 donne scatenate, capitanate da Maria Pia Timo, in “Ricette d’amore”. Non poteva mancare a Ravenna uno spettacolo liberamente tratto da Dante con “La Divina”  e Alessandro Fullin. Chiude la stagione Giovanni Vernia. 


RAVENNA: Marinara, il bilancio 2011 “non è corretto” Cronaca

RAVENNA: Marinara, il bilancio 2011 “non è corretto”

“Non è veritiero né corretto” il bilancio 2011 del porto turistico di Marinara a Marina di Ravenna, Il resto del Carlino riporta infatti uno stralcio della decisione del tribunale di Bologna conseguente all'azione civile per “invalidità della deliberazione di approvazione del bilancio” che il socio minoritario di Seaser – la società titolare della concessione demaniale riguardante sia la parte a mare che quella a terra del porto turistico - . Luigi Vitali aveva intentato. Da sottolineare come nell’assemblea dei soci che approvò il bilancio ci fu il voto favorevole del socio di maggioranza, la cooperativa Cmr di Filo di Argenta che ha costruito il porto, che deteneva il 70% delle quote di Seaser ed era rappresentata dal curatore fallimentare nominato dopo il crac del 2011. Dalla perizia svolta risulterebbe che il debito di Seaser verso Cmr non era di 3.2 milioni ma minore. In base a tale sentenza anche i bilanci degli anni successivi, derivando direttamente da quel documento, si sarebbero trascinati dietro alcune inesattezze, ancora da accertare le eventuali responsabilità in merito. Dal 21 luglio 2017 Seaser è in liquidazione volontaria e la gestione del porto è passata alla società Dora Markus, partecipata di Sorgeva e Seaser.


RAVENNA: Due funzionari di Hera agli arresti domiciliari per concussione | VIDEO Cronaca

RAVENNA: Due funzionari di Hera agli arresti domiciliari per concussione | VIDEO

Sono accusati di aver chiesto soldi, favori o regali agli imprenditori su cui avrebbero dovuto vigilare. A Ravenna due funzionari di Hera sono agli arresti domiciliari nell'ambito dell'Operazione Barabba compiuta dai militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza. I due sono indagati per concussione e induzione indebita a dare o promettere utilità. Il provvedimento cautelare è stato adottato sulla base delle indagini svolte dalle Fiamme Gialle della Compagnia di Faenza, coordinate dalla Procura della Repubblica di Ravenna, che hanno messo in luce svariati presunti episodi illeciti in cui i due pare si procurassero denaro, beni ed altre utilità dagli imprenditori incaricati dell’esecuzione di opere destinate a fornire servizi pubblici alla collettività.   "Nel ribadire che è stata prestata la massima collaborazione con la magistratura anche nel caso in esame, il Gruppo Hera si dichiara completamente estraneo ai fatti". Lo scrive il gruppo in una nota, in riferimento all'indagine della Procura di Ravenna che ha portato ad un'ordinanza di custodia cautelare per due dipendenti. "Si segnala che l'azienda, già ai tempi in cui è venuta a conoscenza dei fatti - prosegue Hera - si è costituita nel marzo 2016 attraverso i propri legali, nell'ambito del procedimento, quale persona offesa. La società ha predisposto in data odierna la sospensione cautelativa dal lavoro dei due dipendenti.