BELLARIA: Ecco come sarà il nuovo porto canale – VIDEO

“Rendere finalmente il porto canale il cuore pulsante di Bellaria Igea Marina, il vero biglietto da visita per una città che nasce e si sviluppa su sette chilometri di costa: questa è la volontà che, in questi anni, abbiamo sempre espresso a chiare lettere. Oggi, quell’obiettivo compie un passo importante: dopo un ampio percorso di confronto con chi opera e lavora nell’area, questa sera presentiamo un primo quadro progettuale che riassume i futuri interventi – partendo dalla sponda destra lato Igea Marina – nel tratto a mare della ferrovia del porto canale”, così il Sindaco Enzo Ceccarelli ha introdotto ieri l’incontro pubblico organizzato dall’Amministrazione Comunale per illustrare il futuro quadro di interventi che interesseranno il porto canale; al suo fianco, l’Assessore al Demanio Gianni Giovanardi, il Dirigente Michele Bonito e l’Arch. Stefania Tognoloni, che con il suo staff ha realizzato la progettazione illustrata nell’incontro.
 
Il Primo cittadino ha richiamato molti degli interventi infrastrutturali condotti negli ultimi sette anni a Bellaria Igea Marina: dal potenziamento della rete di piste ciclabili all’efficientamento dell’illuminazione pubblica e il potenziamento della rete di video sorveglianza.
Occhi puntati poi, soprattutto, sull’asta fluviale. Anche in questo caso Ceccarelli ha sottolineato quanto già fatto nella porzione a monte della linea ferroviaria, ricordando la prossima collocazione del mosaico romano rinvenuto a Bordonchio presso il Museo “Qualcosa di Noi” al Vecchio Macello e annunciando un nuovo allargamento di circa sei metri dell’incrocio tra via Ravenna e via Uso, per migliorare ulteriormente il transito veicolare.
 
Come spiegato dall’Ing. Bonito, il progetto dedicato al lato Igea Marina del tratto a mare della ferrovia, “nasce dall’intenzione ambiziosa di far convivere tutte le anime che vi operano, da quella economica a quella ricreativa, da quella sportiva a quella commerciale. L’ascolto di questo mondo così eterogeneo rappresenta il criterio base di ciò che illustriamo questa sera. Un altro aspetto chiave è quello tecnico, poiché non dobbiamo dimenticare l’assoluta necessità di intervenire sulla messa in sicurezza delle banchine e sul consolidamento delle sponde – che saranno innalzate di circa 30 centimetri – : questo progetto intende quindi dare risposte sia sul piano estetico, sia su quello funzionale e della tenuta idrica. Per quanto concerne la sponda sinistra, lato Bellaria, siamo ora in una analoga fase di confronto, che anticiperà la definizione del relativo quadro progettuale.”
 
Nello specifico, sulla sponda destra del porto canale “sorgerà un nuovo arredo, in cui spiccheranno, tra gli altri, una pavimentazione in legno composito e una serie di terrazze, ispirate ai luoghi della memoria e della tradizione marinara, che integreranno attività commerciali e servizi: potranno essere utilizzate come luoghi dedicati alla ristorazione, accogliere mostre, esposizioni e ‘chiringuito’ per la somministrazione delle bevande”, ha poi spiegato l’Arch. Tognoloni. Una passeggiata “che condurrà all’area “ex Chiar di Luna”: anch’essa accoglierà nuovi arredi, illuminazione, fontane e sedute in armonia con il resto, consolidandola quale luogo di aggregazione e contenitore all’aperto per eventi a grande richiamo di pubblico.”
 
Gli interventi illustrati ieri saranno avviati, a seguito di approvazione del progetto definitivo, nel prossimo autunno; il costo complessivo dell’opera è nell’ordine dei tre milioni di euro.

Condividi.

Notizie correlate