BELLARIA: Per il dragaggio stanziati 120mila euro – VIDEO

Dopo l’intervento in zona Cesarini della scorsa estate, quando il portocanale tornò pienamente agibile per pescatori e diportisti solo a giugno avanzato, quest’anno l’amministrazione comunale di Bellaria Igea Marina, per il dragaggio, gioca d’anticipo. È stato già varato, infatti, il bando per l’assegnazione dei lavori, il cui importo massimo disponibile è di 120mila euro. Lo scorso anno l’appalto fu vinto da La Dragaggi di Porto Marghera, armatore Cucco. Conteranno – nella valutazione tecnica ed economica – sia i ribassi proposti sia i mezzi (le draghe) messe a disposizione e quindi i tempi di completamento dei lavori di rimozione dei fanghi. I lavori privilegeranno il porto, la parte a mare del ponte sulla ferrovia. Sull’asta fluviale (il tratto a monte del ponte) sarà meglio valutato al termine della parte di intervento fatta a mare. Nei giorni scorsi i responsabili di diportisti e pescatori hanno fatto una ricognizione ‘puntuale’ – a bordo del trimarano ‘Bmw Miracle’ del Cantiere Morri, per rilevare le cosiddette batimetriche. In pratica, il pescaggio, cioè quant’acqua c’è nei vari punti del porto. Solo pochi giorni fa un peschereccio (vongolara) della flotta bellariese, con pescaggio massimo di un metro e 80 centimetri, non è riuscito a prendere il largo autonomamente, perché incagliato sul fondale, e ha dovuto farsi rimorchiare fuori dall’ormeggio da una barca con minore pescaggio. Aumentare la quantità d’acqua migliora anche la sicurezza in caso di fiumane o mareggiate.

Condividi.

Notizie correlate