CERVIA: Stagione turistica tra luci e ombre – VIDEO

Ci si avvicina alla fine dell’anno ed è momento di bilanci anche per il turismo balneare che ci siamo lasciati alle spalle da qualche mese. Nel territorio cervese è stato registrato un sensibile calo delle presenze di stranieri e nei primi nove mesi dell’anno hanno segnato una diminuzione dell’11%. Il calo più evidente è stato evidenziato nel turismo russo, seguito da quello tedesco, mentre sono state buone le presenze di polacchi e svizzeri. La crescita dei vacanzieri della scorsa stagione è stata di quasi il 2% rispetto allo scorso anno. Si parla di circa tre milioni di turisti registrati nelle presenze alberghiere e Tagliata di Cervia è la località balneare che ha segnato il maggior incremento seguita da Cervia, Pinarella e Milano Marittima che ha continuato a registrare risultati in linea con l’anno precedente. Si diceva che sono positive le presenze di svizzeri e da poco lontano, dalla Lombardia, arriva il maggior numero di turisti italiani, superando il milione e duecentomila presenze mentre sono circa 860mila gli emiliano romagnoli che hanno scelto di trascorrere le proprie vacanze sul litorale cervese. Sono numeri che fanno ovviamente riflettere l’amministrazione e si sta già programmando di investire, com’è necessario, anche sulla promozione per attirare bacini di turismo sino ad ora non interessati o che invece devono essere riavvicinati. Nel corso degli anni infatti il flusso turistico ha subito fasi alterne legate all’economia, ma anche all’affezione al luogo di vacanza e dunque occorre stimolare l’interesse di coloro che potrebbero tornare ad essere interessati alla vacanza a Cervia e al litorale circostante.

Condividi.

Notizie correlate