wpid-Cinema-1.jpg

CESENA: Dalla collaborazione fra Comune e Cineteca di Bologna nasce Cesena Cinema

Ai nastri di partenza Cesena Cinema, il progetto scaturito dall’accordo sottoscritto dal Comune e dalla Fondazione Cineteca di Bologna per il rilancio del Centro Cinema e la crescita della cultura cinematografica in città.

“E’ il primo frutto  concreto – sottolineano con soddisfazione  il Sindaco Paolo Lucchi e l’Assessore alla Cultura Christian Castorri – della collaborazione che abbiamo instaurato, primi in Emilia – Romagna, con la più importante istituzione culturale della regione in campo cinematografico. Siamo certi che questa esperienza, sostenuta dallo stesso Assessore regionale alla Cultura Mezzetti, ci consentirà di rivitalizzare e valorizzare il ruolo del nostro Centro Cinema. Il programma che abbiamo messo a punto, grazie al prezioso apporto dello staff della Cineteca  guidato  Gian Luca Farinelli, è stato sviluppato sulla base degli obiettivi individuati al momento dell’accordo. Fra essi, la volontà di investire sull’educazione dei giovani e sul pubblico delle famiglie; l’apertura a una multiprogrammazione in grado di coinvolgere diversi tipi di spettatori, l’allargamento dello sguardo ad altre forme artistiche presenti sul territorio, dal teatro ai fumetti. E non a caso, uno dei filoni su cui si svilupperà la programmazione 2016 di Cesena Cinema è proprio il teatro, complice il 170° anniversario del Bonci, ma anche la presenza a Cesena di due compagnie teatrali protagoniste della scena internazionale”.

Una prima novità di rilievo introdotta da Cesena Cinema è un cartellone articolato in programmi mensili, in modo da offrire una panoramica aggiornata e completa degli appuntamenti dedicati alla settima arte in tutte le sue sfaccettature e contaminazioni.

Per marzo 2016, Cesena Cinema squaderna una serie di eventi per tutti i gusti. L’inaugurazione è fissata per  lunedì 7 marzo, al cinema San Biagio  con “Costellazione Bowie. Sound+Vision”, omaggio all’indimenticabile  Duca Bianco fra cinema e musica. Si comincia alle 17 con l’emblematico  “L’uomo che cadde sulla terra”, mentre alle 19.30 è fissato l’aperitivo di inaugurazione nel foyer con il  dj set ToffoloMuzik. Alle 20.15 sarà proiettato “Absolute beginners”, a cui seguiranno gli interventi musicali del compositore Bonomo, della cantautrice Nicoletta Noè e dell’autore e interprete Giuseppe Righini. La serata si concluderà con “Miriam si sveglia a mezzanotte”, versione in perfetto stile eighties del mito dei vampiri (ingresso per tutta la giornata 6 euro). L’omaggio a Bowie proseguirà l’8 marzo alle 17 con “Labyrinth”.

Ma uno degli aspetti più caratterizzanti del nuovo corso avviato con Cesena Cinema è rappresentato dall’obiettivo di coinvolgere il giovane pubblico. A questo punta, in particolare, il progetto educativo “Schermi e lavagne”, curato da Elisa Giovannelli (responsabile del dipartimento educativo della Cineteca di Bologna) e Valentina Pagliarani (esperta di didattica intorno ai linguaggi visivi e relazionali dell’arte contemporanea) rivolto alle scuole di ogni grado, a cui sarà proposto un programma di attività con incontri, proiezioni, laboratori per studenti, corsi di formazione e seminari per insegnanti. Il progetto sarà presentato in due incontri previsti al Cde “Gianfranco Zavalloni” nelle mattinate di mercoledì 9 (per i docenti delle scuole d’infanzia, elementari e medie) e giovedì 10 marzo (per quelli delle superiori).

Ma in questo contesto ci sarà posto anche per le famiglie, con proiezioni e laboratori dedicati. I primi due appuntamenti, dedicati all’uscita del film di animazione “Kung Fu Panda III”, saranno realizzati in collaborazione con le multisale Eliseo ed Aladdin. La collaborazione con gli altri operatori cinematografici della città è, infatti, un altro aspetto innovativo introdotto da Cesena Cinema. Non a caso, nel programma del mese, compare anche l’appuntamento di giovedì 10 marzo con “Musichiamo il Cinema Muto” che vedrà la proiezione al cinema Eliseo di due film di Buster Keaton accompagnati delle  Musiche eseguite dall’Orchestra del Conservatorio Bruno Maderna.

Particolare attenzione, inoltre, viene dedicata al teatro, in linea con il programma varato per celebrare il 170° del teatro Bonci. Tre gli appuntamenti previsti nel mese di marzo, nell’ambito della rassegna “Tra schermo e palcoscenico: il teatro al cinema”. Si comincia il 14 marzo con la presentazione di due opere documentarie, dedicate rispettivamente a Luca Ronconi e al danese Odin Teatret, firmate da Jacopo Quadri, che dopo ogni proiezione incontrerà il pubblico, insieme al direttore della Cineteca di Bologna Gian Luca Farinelli.

Il 22 marzo il pezzo forte del programma sarà “Assunta Spina” diretto e interpretato nel 1915 da Francesca Bertini, con l’introduzione di Carmen Accaputo dell’Archivio Film Fondazione Cineteca di Bologna, mentre martedì 29 marzo sullo schermo del San Biagio si susseguiranno le proiezioni di classici come la versione integrale di “Les enfants du Paradis” di Marcel Carné e “Luci della ribalta” di Charlie Chaplin, accompagnati dall’insolito “Film”, con la sceneggiatura firmata da Samuel Beckett. 

Un evento da non perdere per chi ama il grande cinema del passato sarà la proiezione di “Rocco e i suoi fratelli” di Luchino Visconti, nella versione restaurata dalla Cineteca di Bologna e presentato al Festival di Cannes 2015. Cesena è una delle prime città italiane a ospitarne la proiezione, che apre serie di appuntamenti con il “Cinema ritrovato al cinema”, per rivedere sul grande schermo i capolavori del passato riportati all’antico splendore.

Infine, ma non ultimo per importanza, completa il programma di marzo di Cesena Cinema l’ormai tradizionale rassegna CinemAnimaMente, che arriva quest’anno alla XIV edizione e punta i riflettori su “Gli Adolescenti”. Ma anche Cinemanimamente si rinnova, allargando lo sguardo a pellicole non solo italiane, ma internazionali, che verranno commentate da esperti. Quattro i film in programma: martedì 8 marzo “Mommy” di Xavier Doln, il 15 marzo “Northern soul” di Elaine Costantine (mai uscito in Italia), il 22 marzo “Non essere cattivo” di Claudio Caligari, mentre ad aprile sarà proposto “Vergine giurata” di Laura Bispuri.

 

Condividi.

Notizie correlate