CESENA: Ecco il progetto per la nuova caserma dei carabinieri – FOTO

Una nuova importante tappa nel percorso per realizzare la nuova Caserma dei Carabinieri nell’ambito del piano per il rafforzamento della sicurezza di Cesena. Questa mattina è stato presentato il progetto della struttura prevista nel comparto Montefiore.

Nei prossimi mesi si procederà alla condivisione dell’accordo con la Regione e la Provincia che riguarda gli aspetti riferiti alla programmazione urbanistica-commerciale.

Infine, l’Accordo di Programma approderà in Consiglio comunale per l’approvazione definitiva, presumibilmente entro la prima metà del 2016.

Grazie  a questo percorso, i lavori per la costruzione della nuova Caserma dei carabinieri si avvieranno all’inizio del 2017.

Il progetto

Sulla base di quanto indicato dall’Accordo di Programma, è prevista la costruzione della nuova caserma dei Carabinieri di Cesena all’interno del comparto Montefiore, su un’area di circa 4.000 mq. 

Fra gli aspetti positivi dell’ubicazione in quest’area, il fatto che in questo modo la sede dei Carabinieri si troverà in una zona strategica, nei pressi della stazione, a ridosso dell’ingresso Secante, consentendo così l’immediato accesso a tutte le zone della città.

Da un punto di vista strutturale, per la nuova Caserma si è pensato a un edificio a corte centrale di 3.273 mq che sarà  sviluppato in quattro zone: operativa, logistica, servizi (distribuita su due piani) e alloggi. Inoltre, l’area sarà dotata di 21 parcheggi interni e di 27 parcheggi pubblici, a disposizione dell’utenza.

Gli oneri saranno interamente a carico del proponente, per un importo di lavori di 5.750.000 euro, compresa l’assunzione di eventuali maggiori oneri, derivanti dalla realizzazione, entro il 5% dell’importo.

Da segnalare che, alla luce della richiesta del Comando dei Carabinieri di  una modesta modifica della Caserma, e del conseguente risparmio sul costo previsto, si è stabilito di utilizzare tale importo – pari a  €. 250.000 – per la realizzazione di arredo urbano all’interno del Centro Storico.

Condividi.

Notizie correlate