wpid-1e91606e-e379-49a7-bac3-4b05dd3aa4d6.jpg

CESENA: Il Liceo Monti “Dentro l’arte con classe”

Si conclude con il Liceo Monti  il ciclo di presentazioni delle attività didattiche svolte nella Galleria dei dipinti antichi della Fondazione e della Cassa di Risparmio di Cesena promosse dalla Fondazione CRC e realizzate ad hoc con le singole istituzioni scolastiche.

Dopo "Raccontando la Pinacoteca", progetto svolto dalla classe 5AT dell'ITE "G. Agnelli" di Cesenatico, e LABO' 2016 laboratorio didattico realizzato con gli alunni delle scuole primarie del circondario cesenate, venerdì 3 giugno è stato il turno delle classi 4° Bc e 4° Cc del Liceo Classico "V. Monti" di Cesena che nell’affollata sala conferenze della Fondazione hanno esposto l’esito del progetto “L’ARTE DELLA CONTRORIFORMA TRA MANIERISMO E BAROCCO”.

Gli studenti, guidati dalla professoressa Maria Teresa Forlani, hanno analizzato le opere del Cinquecento e del Seicento presenti nella collezione d’arte della Fondazione e della Cassa di Risparmio.

In particolare l’attenzione è stata posta sul cambiamento sostanziale delle iconografie e dello stile delle opere pittoriche dopo il Concilio di Trento, confrontando i dipinti della collezione cesenate con quanto riportato nel “Discorso intorno alle immagini sacre e profane” del Cardinal Gabriele Paleotti (1582), testo capitale della riforma delle arti.

“Ci siamo stupiti  davanti a soggetti affascinanti” hanno commentato i ragazzi “È stato interessante da una parte considerare  come nel XVI secolo il linguaggio dell'arte fosse concreto tanto da animare dibattiti e riflessioni per renderlo comprensibile a tutti, dall’altra provare a ricostruire  il profondo significato che rivestiva, in un momento storico cruciale per la Chiesa”.

Il progetto nato dalla collaborazione fra Liceo Monti e Fondazione Cassa di Risparmio di Cesena, si propone di avvicinare i ragazzi al patrimonio e storico attraverso una mediazione attiva e partecipata finalizzata allo sviluppo della capacità critica degli studenti e all’elaborare di punti di vista personali.

 
Condividi.

Notizie correlate