CORIANO: Termovalorizzatore di Raibano, siglato l’accordo Regione-Comune – VIDEO

Rimane immutata la quantità di rifiuti, urbani indifferenziati e speciali di provenienza regionale, ammessi al trattamento nell’impianto di Raibano: 140 mila tonnellate annue, che potranno essere incrementate di ulteriori 10 mila solo con una specifica autorizzazione rilasciata da Arpae, l’Agenzia regionale per la prevenzione, l´ambiente e l´energia dell´Emilia-Romagna. Nel quantitativo complessivo sono compresi anche i rifiuti provenienti dalla Repubblica di San Marino. E proprio dal Titano giunge un preciso impegno, messo nero su bianco nell’accordo, a conseguire gli obiettivi previsti dal Piano regionale di gestione dei rifiuti, in particolare sulla prevenzione, la raccolta differenziata e il riciclaggio. In base all’intesa, che avrà efficacia fino al 31 dicembre 2020, San Marino dovrà corrispondere dieci euro per ogni tonnellata di rifiuto conferito, da suddividere tra i Comuni compresi nel raggio di quattro chilometri dall’inceneritore e quindi Rimini, Riccione, Misano Adriatico, Coriano e San Clemente. Anche per l’impianto di Raibano solo la Regione, come prevedono gli accordi sottoscritti con i gestori, potrà autorizzare l’eventuale conferimento di rifiuti sovra-regionali unicamente in situazioni di conclamata emergenza, limitate nei tempi e nelle quantità. Mantenendo invariato il quantitativo autorizzato e l’utilizzo della sola linea 4 – sottolinea il sindaco di Coriano Mimma Spinelli – rassicuriamo così i cittadini di Coriano, che hanno intrapreso un percorso virtuoso di riduzione del quantitativo di rifiuti e aumento della raccolta differenziata.

Condividi.

Notizie correlate