DOVADOLA: Non ci sono abbastanza risorse. Timore per la messa in sicurezza della frana di Trove- VIDEO

Preoccupazione in comune di Dovadola a causa della frana in località Trove. Per risolvere il problema, il governo ha stanziato 100mila euro ma, secondo l'amministrazione comunale, questa cifra non sarebbe  sufficiente per mettere in sicurezza la zona. Il Consiglio dei Ministri, infatti, con una delibera del 10 maggio 2016, dichiarò lo stato di emergenza in seguito alle eccezionali avversità atmosferiche che si verificarono nel periodo compreso fra il 27 febbraio e il 27 marzo 2016 e che flagellarono molti comuni dell’Emilia Romagna. Nei mesi scorsi sono stati stanziati 9.200.000 euro dal Governo per sistemare i danni causati dal maltempo, cifra che, purtroppo, è molto inferiore di quello che effettivamente è necessario. Al Comune di Dovadola, che aveva segnalato numerose criticità, tra queste l’aggravarsi della frana in località Trove da oltre un anno in fase di crollo, sono stati assegnati 100mila euro.  “Dubitiamo fortemente che con questa cifra riusciremo a risolvere il grave problema – ha dichiarato il sindaco Gabriele Zelli”. Con l'autunno alle porte, però, non si può perdere tempo e l'amministrazione comunale si è già messa al lavoro per procedere all’esecuzione delle indagini geognostiche per capire, quindi, le dinamiche di questo dissesto. Una volta fatto il punto della situazione con i geologi si potranno decidere gli interventi per la definitiva sistemazione dell’area e le eventuali ulteriori richieste di contributo agli Enti competenti.

Condividi.

Notizie correlate