EMILIA-ROMAGNA: Abuso di voucher, Furlan, “Il governo deve intervenire” – VIDEO

Da strumenti ideati per favorire l'emersione del lavoro irregolare, i voucher per l'impiego occasionale sono diventati uno strumento abusato che contribuisce a diffondere la precarietà, soprattutto nel settore del turismo e fra i giovani. I dati dell’Osservatorio sul lavoro occasionale accessorio Inps indicano un’impennata del numero voucher venduti fra il 2012 e il primo semestre 2015. Significativo il dato dell’Emilia-Romagna che mostra per questo periodo una variazione complessiva dell’uso dei voucher sempre più elevata di quella nazionale, così come in regione aumenta in modo significativo il peso percentuale del turismo sul totale dei voucher venduti: dall’8% del 2012 (211.859) al 15,7% del primo semestre 2015 (1.003.272).  Secondo il centro studi Datagiovani, gli under 35 rappresentano ormai più della metà degli occasionali (54,1%). Una situazione molto lontana dalle intenzioni iniziali con cui erano stati introdotti i buoni lavoro. L'Emilia Romagna indossa la maglia nera di regione tra le più voucherizzate con 14,3 milioni di "foglietti" acquistati dai datori di lavoro, piazzandosi dopo Lombardia e Veneto. "Un uso improprio che va regolato in modo diverso" – ha commentato ai nostri microfoni Annamaria Furlan, segretario generale della Cisl, ospite al convegno organizzato da Cisl Romagna a Rimini.

Condividi.

Notizie correlate