EMILIA- ROMAGNA: Banda larga entro il 2020 per le aziende- VIDEO

Entro il 2020 la banda larga per le aziende sarà una realtà in l’Emilia-Romagna. La Regione, infatti, mettendo a disposizione 26 milioni di euro ha invitato i Comuni e le Unioni di Comuni emiliano romagnoli a candidare le aree produttive dove non sono presenti le infrastrutture per la copertura della banda larga, puntando così a favorirne la diffusione come strumenti per lo sviluppo e la competitività delle imprese. Comuni e Unioni di Comuni potranno presentare, entro il prossimo 15 aprile manifestazioni d’interesse per la candidatura di aree produttive per la realizzazione di infrastrutture in fibra ottica per l’abilitazione alla banda larga e ultra larga. Questa opportunità, spiega l’assessore regionale alle attività produttive Palma Costi, ha l’obiettivo di ridurre il divario digitale tra le aree produttive della regione e si inserisce nella realizzazione dell’agenda digitale dell’Emilia-Romagna per rendere disponibile al settore produttivo servizi di connettività avanzata che ne favoriscano la competitività sui mercati nazionali e internazionali. Nei prossimi cinque anni il programma operativo regionale interverrà per l’infrastrutturazione della banda ultra larga di almeno 180 aree produttive prive di connettività, integrando così gli interventi realizzati dai privati che si concentrano prevalentemente nelle aree urbane.L’intervento pubblico, precisa la Costi, va a colmare gli svantaggi infrastrutturali delle aree produttive di nuova formazione o già esistenti che si trovano in zone svantaggiate offrendo alle imprese le stesse possibilità di competere sul mercato.

 

Condividi.