EMILIA ROMAGNA: Bilancio regionale, ecco cosa dice la Corte dei Conti – VIDEO

Il bilancio della Regione supera a pieni voti il controllo della Corte dei Conti. Sono diversi gli obiettivi centrati dall’amministrazione dell’Emilia-Romagna nel 2015, che hanno ricevuto il plauso dell’ente. A cominciare dal rispetto del pareggio di bilancio, sia previsionale che di rendiconto. Rispetto al 2014, l’indebitamento è stato ridotto di 55,6 milioni di euro, e nonostante questo dato sono stati destinati ai territori 126 milioni, grazie ai Patti di solidarietà a vantaggio di Comuni e Province. Il tempo medio di pagamento dei fornitori rimane al di sotto dei 28 giorni e sono stati centrati, come comunica la Regione, rilevanti obiettivi di contenimento dei costi di funzionamento delle società in house, ossia quelle aziende pubbliche il cui capitale è detenuto in toto o in parte dall’ente locale. Una buona notizia anche per i cittadini, che non hanno visto aumentare le tasse regionali. Al contempo è stata ridotta la spesa pubblica al di sotto dei limiti fissati dalle leggi sulla spending review, che riguardano voci di bilancio a volte gravose come consulenze per studi e ricerche piuttosto che costi per il personale sanitario. “Nel 2015 abbiamo puntato su un bilancio ambizioso – ha commentato l'assessore regionale Emma Petitti -, cofinanziando i fondi strutturali europei, accompagnando la fase di riordino istituzionale, consolidando gli interventi sullo stato sociale, rilanciando le spese per la cultura e lo sport, favorendo la competitività del sistema produttivo e le imprese, investendo contro il dissesto idrogeologico, per le infrastrutture viarie e per il trasporto pubblico”.

Condividi.

Notizie correlate