EMILIA ROMAGNA: Incidenti stradali, parte la campagna per over 65 – VIDEO

Una campagna di comunicazione e informazione per gli 'over65' alla guida. E' 'Incroci di vita', terza iniziativa dell'Osservatorio regionale per l'educazione alla sicurezza stradale dell'Emilia-Romagna, che ha l'obiettivo di sensibilizzare ancor di più su questo tema. In regione – secondo i dati diffusi dall'assessore regionale ai trasporti, Raffaele Donini – oltre il 30% dei decessi di conducenti è sopra ai 65 anni, così come il 66% dei pedoni e il 40% dei ciclisti: in regione gli over 65 con la patente sono 665.015. "E' un progetto a noi caro – ha detto Donini – per far ancora diminuire incidenti e decessi su strada. I dati del 2014 ci dicono che abbiamo un calo del 3,8% di incidenti, -4,1% di feriti e -4,9% di morti: se ci sono questi numeri è perché la Regione investe sulla sicurezza stradale. Nel 2015 abbiamo speso 30 milioni per gli incroci pericolosi, il miglioramento della segnaletica e delle strade. Ma è importante anche la consapevolezza e la comunicazione". Per il procuratore aggiunto di Bologna, Valter Giovannini, "molti utenti della strada non hanno la consapevolezza penale" sulla nuova legge sull'omicidio stradale, "ma va detto che oggi è cambiato tutto, siamo su un altro pianeta. Ogni iniziativa che voglia affrontare con intelligenza questi temi è importante. E va bene che ci si rivolga agli 'over65', ma non bisogna mai perdere di vista la fascia più esposta, quella dei giovani". Il magistrato, a lungo impegnato su questi temi e consultato anche dalla politica in merito alla riforma, ha ricordato una pubblicità che diceva "che è meglio perdere un attimo nella vita, piuttosto che la vita in un attimo; una frase che può avere impatto". L'iniziativa 'Incroci di vita' è realizzata e curata da Open Group cooperativa sociale e farà incontrare i diversi utenti della strada, favorendo la creazione di un dialogo: per farlo verranno organizzati appuntamenti che coinvolgono le università della terza età e che produrranno un 'manuale dell'intelligenza stradale condivisa'. La campagna prevede anche l'uso di social network e della radio come mezzo di comunicazione.

Condividi.

Notizie correlate