sagra

EMILIA ROMAGNA: Sagre e fiere, raffica di controlli sanitari

Sono 411 i controlli compiuti dalle Ausl da gennaio ad agosto 2015 su 5.408 attività di ristorazione in manifestazioni temporanee in Emilia-Romagna, cioè sagre, fiere, feste di associazioni e partiti: 26 attività sono risultate non conformi, 91 le prescrizioni impartite, due le sanzioni amministrative e un sequestro. Lo ha riferito l’assessore regionale alla Salute, Sergio Venturi, rispondendo ad una interpellanza. L’assessore ha anche chiarito che sebbene le attività temporanee siano soggette alla regolamentazione in tema di sicurezza alimentare sulla tipologia di attività in questione, esiste tuttavia la difficoltà a pianificare efficacemente i controlli trattandosi di attività occasionali e temporanee di cui spesso si viene a conoscenza nell’imminenza dell’insediamento. Emerge comunque che le strutture non conformi sono circa l’8% e un’iniziativa su quattro non rispetterebbe i dettami di legge.

Condividi.