EMILIA ROMAGNA: Scuola al via, da sciogliere il nodo cattedre – VIDEO

L'avvio dell'anno scolastico è alle porte, ma anche nel territorio romagnolo sono tante le cattedre ancora scoperte. Si tratta quindi di cattedre senza insegnante di ruolo nonostante le assunzioni dalle graduatorie a esaurimento e dal concorso nazionale e dovranno essere coperte da supplenti.  La parte più consistente riguarda le scuole secondarie di primo grado, ovvero le medie, suddivise tra italiano, storia ed educazione civica, matematica, sostegno ed educazione tecnica. A meno che le graduatorie del concorso non siano pubblicate in tempo utile, i posti saranno restituiti ai dirigenti che assegneranno incarichi di supplenza che potrebbero durare fino alla fine dell’anno scolastico. C'è poi da capire cosa cambierà con l'unione verticale delle scuole che debutta con quest'anno scolastico. Poco per docenti e studenti, molto per le segreterie e le dirigenze che avranno a che fare con l' organizzazione che spazierà dalle scuole per l’infanzia alle medie. La volontà espressa dai dirigenti scolastici è quella di garantire il benessere degli studenti sia dal punto di vista della didattica che da quello logistico e organizzativo.
 

Condividi.

Notizie correlate