FORLÌ: 34 ordigni inesplosi individuati nella zona del forlivese- VIDEO

Sul territorio comunale di Forlì ci sarebbero ancora 34 bombe d’aereo inesplose. Una convenzione per dare esecuzione al progetto “Bombe d'aereo interrate della II guerra mondiale e loro individuazione nel territorio del Comune di Forlì” è stato firmato dal Comune di Forlì e l'Associazione Geometri Volontari Emilia-Romagna. Il tutto è partito, quando, nel 2014, la Prefettura di Forlì ha trasmesso le schede contenenti le misure della posizione di 34 ordigni bellici interrati ed inesplosi ed i nominativi dei proprietari dei terreni interessati. Le schede però  contengono diverse inesattezze. "La prima cosa da fare per i servizi comunali – dichiara il sindaco di Forlì, Davide Drei – è verificare la reale posizione degli ordigni". L’evidente serie di incongruenze riscontrate nei documenti  topografici del tempo, non deve assolutamente portare ad abbassare la guardia. Si tratta di una questione complessa e quindi stato chiesto l'intervento del Ministero della Difesa, del Ministero dell'Interno e del Dipartimento della Protezione Civile. Le bombe d’aereo sganciate dagli americane sul nord Italia, pesavano 250 chili, con ben 120 chili di tritolo all’interno. Entro il marzo 2017, la Protezione Civile comunale dovrebbe avere ottenuto la posizione di tutti i 34 ordigni rimasti sul territorio forlivese.

 

Condividi.

Notizie correlate