FORLÌ: “Apriremo il primo gennaio 2017”. Halcombe parla dello scalo forlivese- VIDEO

Robert Halcombe, il manager americano a capo di Air Romagna, società che si è aggiudicata la concessione dello scalo aeroportuale forlivese per 30 anni, torna a farsi sentir.  In una intervista al corriere di Romagna,  Halcombe ribadisce la sua volontà di aprire il “Ridolfi” e azzarda una nuova data: il primo gennaio del 2017. Nonostante le pressioni, il manager americano non sembra intenzionato a vendere le sue quote ai soci o a qualsiasi altra cordata che si venga a costituire e ricorda di aver già un piano industriale ritenuto, secondo la sua opinione, “unico in Italia”. Un piano industriale che rimane, però, una proprietà da proteggere e, secondo l’americano, non deve essere condivisa con tutti.  A ritardare l’apertura dello scalo è la burocrazia : «C’è un vero e proprio labirinto di leggi che richiede tempo e lavoro per non fare errori. Ecco, questo vorrei ricordare a tutti coloro che ci criticano: l’enorme complessità di questa sfida.”, ricorda Halcombe nell’intervista. Inoltre, sottolinea che su questo scalo gravava una procedura fallimentare, quella della Seaf , che rende il tutto più complicato.  Ovviamente l’imprenditore USA non molla, l’investimento fatto è di circa un milione di dollari, per non parlare del tempo e dell’energia e quindi pare molto determinato a portare avanti quanto iniziato, nonostante, come dichiari lui, molti gli stiano remando contro. Infine Halcombe ricorda che se dovesse fallire nell’impresa il sogno di riaprire lo scalo si allontanerebbe sempre di più visto la nuova normativa europea che renderebbe l’iter burocratico ancora più complicato e allungherebbe ancora di più i tempi e quindi propone di mettersi tutti insieme ed avere fiducia  ” Yes we can”, conclude.

 

 

Condividi.

Notizie correlate