FORLÌ: Caso Acer, il 7 novembre la sentenza- VIDEO

E’ avvenuta ieri l’arringa di accusa e difesa  per il caso ACER Forlì. Le indagini della Procura erano partite dalla perdita di 500mila euro investiti e svaniti nel collasso della Lehman Brothers del settembre 2008, con l’aggiunta della testimonianza di un imprenditore che denunciava di essere stato “tagliato fuori” dagli appalti Acer perché era uscito dal Consorzio (Image), costituito da Acer per la gestione dei lavori. Ieri, la difesa, ha chiesto l’assoluzione con la formula piena per i dieci imputati, contestando quindi la prescrizione per il capo di imputazione di abuso di ufficio. Per le eventuali contro repliche e per la camera di consiglio, l’udienza è stata fissata per il 7 novembre alle 15, in quella sede si arriverà a conclusione di questa  vicenda partita nel 2009. Inizialmente l’indagine  aveva portato a ipotizzare nei bilanci dal 2004 al 2009 spese ritenute non congrue con l’attività dell’ente per un danno di quasi 1,9 milioni.  Si parla di cene, ospitalità, organizzazione e partecipazione a eventi promozionali, viaggi all’estero, ecc. Gl’indagati sono, per abuso d’ufficio e peculato, i componenti dell’ex cda di Acer, guidato allora da Ellero Morgagni, e di quello di “Image ”. Ieri,  gli avvocati hanno, però, contestato le conclusioni del consulente della Procura, con il pm Rago che a sua volta ha chiesto l’assoluzione per il peculato e la prescrizione per l’abuso d’ufficio. La sentenza arriverà il prossimo 7 novembre.

Condividi.

Notizie correlate