FORLÌ: Sentinelle e popolo LGBT, scontro a distanza in centro – VIDEO

Il cuore di Forlì si è diviso in due nel pomeriggio di domenica 15 novembre. Da una parte le Sentinelle in piedi in piazzetta della misura, con una manifestazione per dire ‘no’ al decreto delegato ‘Cirinnà’ sulle ‘unioni civili’, ora al vaglio delle aule parlamentari. Dall’altra i giovani dell’associazione forlivese ‘Un secco no’, per chiedere al comune e alle istituzioni parità di diritti tra eterosessuali e omosessuali, gay, lesbo e bisex in piazza Saffi, davanti al municipio. Le sentinelle, come in molte altre parti d’italia, hanno manifestato con un silenzioso flash mob di un’ora contro quello che definiscono «un attacco senza pari alla famiglia che si gioca soprattutto sul linguaggio e nega la realtà: nessuna legge o nessuna politica – hanno recitato in piazza – potrà cambiare la nostra natura di uomini o di donne, nessun provvedimento legislativo potrà fare la felicità di una persona, i figli nascono e nasceranno sempre dall’unione tra un uomo e una donna». A pochi metri di distanza la messa in scena, con tanto di lancio di riso, di matrimoni etero ed omosessuali.

Condividi.

Notizie correlate