wpid-rifiuti__veduta_aerea_discarica_Tre_Monti_Imola_600x.jpg

IMOLA: Discarica, emergono nuovi dubbi sui rischi

Nuovi problemi per i terreni pedecollinari della discarica dei Tre Monti a Imola: l'Arpae ha reso noto gli esiti analitici delle attività di campionamento per suolo, acque sotterranee e pozzi spia, in contraddittorio a quelle svolte da Herambiente che gestisce l'impianto. Secondo il M5S, tra i contrari alla sopraelevazione ed all'ampliamento della discarica, le analisi dimostrerebbero che "oltre alla conferma dell'inquinamento attorno alle vasche del percolato per nitriti, solfati, arsenico, manganese, nichel, cromo esavalente, selenio e boro" emergerebbe che "l'inquinamento non è rimasto confinato all'interno della discarica". Inoltre, "i due pozzi esterni a ridosso del rio Rondinella hanno rilevato concentrazioni ben 10 volte superiori oltre la soglia di contaminazione per i solfati, otto volte per il manganese e oltre due volte e mezzo per il boro". 

Condividi.

Notizie correlate