IMOLA: F1, il caso arriva in parlamento – VIDEO

La guerra del gran premio d’Italia di F1, che oppone Sias, che gestisce l’autodromo di Monza, a Formula Imola che si occupa dell’Enzo e Dino Ferrari di Imola, è arrivata sino in parlamento. Tre ex deputati cinque stelle, Aris Prodani, Mara Mucci (del gruppo misto), e Walter Rizzetto (passato in Fratelli d’Italia) hanno depositato alla Camera un’interrogazione, in cui chiedono cosa intenda fare il ministro Dario Franceschini sulla vicenda. Da Monza, che di recente ha ospitato l’edizione 2016 della corsa, ostentano sicurezza sul fatto che a breve sarà ufficialmente sottoscritto l’accordo che assegna il gran premio all’impianto brianzolo anche negli anni futuri. Ma è pendente un ricorso al tar del Lazio presentato da Formula Imola contro L’aci. Imola sostiene che, pur in presenza di un accordo sottoscritto dalla società romagnola con Ecclestone per organizzare a Imola i prossimi gran premi d’ Italia di F1, L’aci ha negato a Imola la titolazione Gran Premio d’Italia, nonché i fondi, che verrebbero girati a Monza, previsti dalle legge di stabilità per l’organizzazione del gran premio. Secondo Formula Imola l’Aci non può utilizzare questi soldi per finanziare il Gp di Monza, ma semplicemente il Gran premio d’Italia, indipendentemente dal circuito in cui si decide di farlo correre. I giudici del tar si pronunceranno il prossimo 26 ottobre. E che la posizione di formula Imola abbia del fondamento è dimostrato dal fatto che il presidente della regione Lombardia Roberto Maroni ha chiesto a vari sottosegretari e ministri di intervenire per spingere Imola a ritirare il ricorso.

Condividi.

Notizie correlate