wpid-CoffariLuca81.jpg

RAVENNA: Il primo cittadino di Cervia risponde alle accuse di ritardi e buchi di bilancio

Abbiamo dato ieri la notizia del rinvio al 2017 per la tassa di soggiorno a Cervia ed è di oggi una replica del sindaco della cittadina romagnola, Luca Coffari, ad un consigliere che avrebbe ipotizzato invece ritardi della Giunta nell'approvare i regolamenti e creando buchi di bilancio.  Il primo cittadino ha sottolineato che non vi sono ritardi della Giunta e che grazie all'allentamento del patto di stabilità per i comuni virtuosi come Cervia non ci sarà nessun aumento di tasse per i cervesi in questi anni. Coffari aggiunge che è stata prevista con largo anticipo l'introduzione dell'imposta nel bilancio pluriennale 2015-2017 ed ha potuto spendere l' avanzo che diversamente sarebbe rimasto bloccato dai meccanismi del patto di stabilità. Conclude il sindaco che l'avanzo di gestione non è frutto del caso, ma di anni di buone politiche di bilancio comunale.

Condividi.

Notizie correlate