RAVENNA: Università, si punta alle mille immatricolazioni

Le iscrizioni ai corsi universitari del ravennate saranno aperte sino al prossimo 31 di dicembre e ci si augura di arrivare alle mille immatricolazioni, visto che ci sono già 845 nuovi iscritti. Numeri positivi soprattutto se paragonati agli 811 studenti immatricolati lo scorso anno all’ateneo del polo ravennate. I dati sono stati resi noti dal vicesindaco di Ravenna, con delega all’Università, Giannantonio Mingozzi, che ha anche ricordato come un’ampia parte degli studenti arrivi, oltre che dalla regione, dalle Marche,  dal Veneto, dalla Sicilia, dalla Campania e dalla Puglia. Soddisfazione per i numeri  che però trova anche qualche punto di debolezza e come ha sottolineato il presidente della Fondazione Flaminia Lanfranco Gualtieri, non si registrano i risultati sperati per i corsi di laurea di giurisprudenza, che potrebbe risentire della vicine facoltà bolognesi e ingegneria edile che invece potrebbe accusare la crisi del settore costruzioni. Positivi invece i dati delle iscrizioni alle facoltà di beni culturali e scienze ambientali che hanno sempre caratterizzato la facoltà bizantina. Particolarmente gradito ali studenti il corso di laurea in cooperazione internazionale che ha quasi raddoppiato le immatricolazioni arrivando a 59 matricole. Buoni i numeri anche per infermieristica e logopedia. Nel polo ravennate infine, per parlare di investimenti, sono stati spesi, grazie al contributo delle Fondazioni, oltre 40 milioni di euro che sono andati a migliorare gli spazi di studio e di accoglienza per gli studenti.

Condividi.

Notizie correlate