RICCIONE: Riapre il Cocco, tutto tranquillo (ma era il Tunga) – VIDEO

Erano in migliaia sabato notte al Cocoricò di Riccione, che ha visto di nuovo illuminata la storica piramide dopo il lungo stop, imposto dal questore, a causa della morte del 16enne Lamberto Lucaccioni per un’overdose di ecstasy. Decine le telecamere di sorveglianza, ingresso vietato ai minorenni con controllo dei documenti, un’area cosiddetta di “decantazione” con acqua gratis per chi avesse esagerato (forse non solo di alcool) e l’abolizione del timbro di rientro per chi, già entrato, volesse uscire temporaneamente. Questo il succo del nuovo Cocoricò che, per evitare problemi sotto gli occhi di tutti, ha scelto però di riaprire con la sua serata di musica commerciale denominata Tunga, che ben poco ha a che fare con le altre fatte di musica molto più pesante e assordante. Ma i pusher erano già in agguato. Un 30enne foggiano è stato arrestato dai Carabinieri nel parcheggio del locale con un piccolo arsenale di droghe pronte allo spaccio.

Filmato realizzato da Manuel Migliorini – Adriapress

Condividi.

Notizie correlate