RIMINI: Aeradria vs Ryanair, la compagnia irlandese pagherà 650mila euro – VIDEO

C’era una volta Ryanair all’aeroporto di Rimini. Una bella storia d’amore finita nel lontano 23 settembre 2012 con non pochi strascichi legali. Ma ora Aeradria, la vecchia società di gestione dello scalo riminese ha la meglio sulla compagna irlandese. Questa, infatti, ha accettato di pagare 650mila euro. Un accordo tra le parti che ha evitato un lodo arbitrale alla Corte internazionale di Londra. Una decisione, giunta pochi mesi fa. La controversia tra Aeradria, fallita nel 2013 e Ryanair, riguardava l’ultimo periodo di operatività della compagnia su Rimini. Questa, nei tempi che furono, garantiva circa 130mila passeggeri l’anno. Dopo l’addio, Ryanair chiese ad Aeradria ben 2,2 milioni di euro. Una cifra considerata eccessiva dai legali della vecchia compagnia di gestione dell’aeroporto di Rimini che anzi, chiedeva dal canto suo 1,7 milioni per i mancati pagamenti relativi ai transiti. Sostanzialmente, secondo l’ex gestore del Fellini e del suo curatore, la compagnia irlandese aveva fatto le valigie e se ne era andata senza pagare il conto. Durante il braccio di ferro Ryanair ridusse la propria pretesa a 500mila euro per poi divenire 100mila e infine zero. Aeradria ha vinto, inoltre, un’altra causa: quella in sede civile con lo Stato, sentenza passata in giudicato. Questa gli ha permesso di ottenere un risarcimento di un milione di euro dal Ministero dei Trasporti per diritti aeroportuali pagati in eccesso da Aeradria fino al 2010. Questa somma, assieme ai 650mila euro di Ryanair andranno ai debitori, privilegiati e chirografari.

Condividi.

Notizie correlate