RIMINI: Boom di multe, nel 2016 entrate per 16 milioni di euro – VIDEO

L’assestamento del Bilancio 2016 del Comune di Rimini discusso e approvato ieri mattina in Commissione ha evidenziato l’aumento del 60% delle sanzioni per violazioni del Codice della Strada dalla previsione di 9.500.000 a circa 16 milioni di euro. Si tratta di una cifra che tiene conto non solo delle sanzioni di quest’anno ma anche del potenziale recupero delle pregresse, nonché dell’accantonamento prudenziale di oltre 2 milioni di euro destinato al fondo crediti di dubbia esigibilità. In realtà l’aumento degli incassi – fa sapere il Comune – rispetto alle iniziali previsioni è di circa 1,1 milioni di euro. Da questo si evince certamente che i tre impianti attivati da gennaio sulle vie Euterpe, Settembrini e Tolemaide non solo stanno funzionando bene facendo il loro dovere ma sono diventati una vera fortuna per Palazzo Garampi. Multe che oggi hanno raggiunto il 10% delle entrate correnti (169 milioni di euro). Scoppia quindi la polemica con la maggioranza: ieri mattina l’opposizione, in commissione consiliare, ha accusato la Giunta Gnassi di “fare cassa” con le sanzioni grazie, soprattutto, ai nuovi autovelox. E tra coloro che puntano il dito, c’è chi è convinto che il Comune abbia disatteso la sentenza della Cassazione che ha stabilito come la distanza minima tra l’autovelox e il cartello di preavviso agli automobilisti non debba essere inferiore a 400 metri. Intanto la maggioranza ci ha tenuto a sottolineare che sono fortemente diminuite le multe per divieto di sosta e che in ogni caso, Rimini è tra i Comuni più virtuosi nel reinvestire i soldi derivanti dalle contravvenzioni in sicurezza stradale e per migliorare le strade.

Condividi.

Notizie correlate