wpid-via-tripoli-rotatorie-RIMINI.jpg

RIMINI: Dal colle al mare senza semafori, proseguono i lavori – FOTO

E’ il 22 febbraio il giorno programmato per l’inizio dei lavori di realizzazione della nuova rotatoria viale Tripoli – via Roma, uno dei punti strategici dell’intera viabilità cittadina, il primo dei tre interventi previsti che con l’eliminazione di tutti i semafori porteranno dal colle al mare alla fluidificazione del traffico sull’asse di penetrazione Tripoli – Fiera.

La Giunta comunale ha infatti approvato il crono programma, presentato dagli uffici, dei 5 interventi previsti nell’area che cambieranno radicalmente il modo di circolare su via Tripoli, l’asse fondamentale del collegamento mare – monte della città. Oltre a quello su via Tripoli con via Roma, infatti, è stati calendarizzati anche i cantieri per la realizzazione delle nuove rotatoria su via XX Settembre e sulla Circonvallazione meridionale nel Borgo San Giovanni. Mentre per la nuova rotatoria XX Settembre, Tripoli, Gueritti e Flaminia l’inizio lavori è previsto per il 15 marzo, quello per la nuova rotatoria Circonvallazione Meridionale, della Fiera, Gueritti è previsto per la prima settimana di aprile. Come noto si tratta di due interventi coordinati per giungere sia alla fluidificazione del traffico lungo l’asse mare – monte costituito da via Tripoli e via della Fiera, sia per dare avvio ad un nuovo un nuovo modello di mobilità sulla vecchia circonvallazione che delimita e serve la cintura attorno al Centro Storico.

Al quadro complessivo degli interventi che saranno realizzati nella zona, oltre ai tre interventi sulla via Tripoli si aggiungono quello per la per la realizzazione della nuova rotatoria su via Circonvallazione Meridionale, Via Bramante, Largo Unità d’Italia, già iniziato lunedì scorso, e più in prospettiva, quello relativo alla realizzazione del sovrappasso ciclopedonale di Parco Cervi del quale è in fase di definizione il progetto esecutivo che dovrebbe essere approvato entro il mese di marzo con probabile inizio lavori nel mese di settembre 2016.

Una mole d’interventi quindi che interesserà il quadrante della città attorno a via Tripoli e che la Giunta, accogliendo le proposte del Uffici, ha ritenuto opportuno coordinare così da prevenire e ridurre i disagi alla viabilità.

 

Gli interventi nel dettaglio:

La nuova rotatoria Roma – Tripoli (inizio lavori 22 febbraio 2016 – durata 120 giorni)

Con questo intervento il semaforo esistente verrà completamente dismesso sostituito da una nuova rotatoria dal diametro esterno di circa 36 metri, il massimo realizzabile in base agli spazi disponibili, costituita da una corona centrale sormontabile di 2 metri e un’aiuola insormontabile interna. L’aiuola centrale è delimitata da cordoli in cemento della stessa forma utilizzata nella rotatoria di Via Dante recentemente realizzata. La corona sormontabile verrà pavimentata con cubetti di porfido mentre la corona centrale e l'aiuola sormontabile sono state aumentate rispetto alle normali dimensioni utilizzate per permettere un maggior deflusso anche dei mezzi pesanti. La corsia di svolta a destra Tripoli mare/Roma è stata dimensionata per permettere la svolta anche ai mezzi del Tpl. Massima attenzione nella progettazione degli attraversamenti pedonali, una delle problematiche maggiori che si determinano con la realizzazione di rotatorie, che saranno realizzati per tutti i bracci spostandoli dalla rotatoria in posizione non eccessivamente lontana, per non creare percorsi troppo lunghi ai pedoni, ma non troppo in prossimità per evitare intralci alla circolazione. Sulla Via Bassi l'attraversamento pedonale sarà invece di nuova costituzione. L’importo dei lavori è di 450.000 euro ed è parte dell’intervento di fluidificazione dell’asse mediano della città denominato “Fila Diritto”.

 

La nuova rotatoria XX Settembre, Tripoli, Gueritti e Flaminia (inizio lavori 15 marzo 2016 – durata 60 giorni)

La nuova organizzazione viabilistica prevede due corsie (una per proseguire dritto, una per la svolta a destra) per i due assi via Flaminia (direzione centro) e via Tripoli (direzione mare – monte); a senso unico come ora via XX Settembre e via Guerritti. Nella parte centrale dell'incrocio l'anello della rotatoria avrà le caratteristiche delle ultime rotatorie realizzate, in particolare di quella in prossimità della stazione. L'anello centrale sarà realizzato con elementi di cemento bianco e un sistema di illuminazione avrà il compito di renderlo più visibile nelle ore notturne. L'intervento prevede il riprofilamento dei marciapiedi posti ai quattro angoli dell'incrocio viario, allontanandoli dall'incrocio per rendere così più sicuro l’attraversamento per i pedoni. Anche l'impianto d’illuminazione sarà potenziato con 4 nuovi punti luce che sostituiranno il singolo attualmente esistente. La spesa complessiva della nuova rotatoria ammonta a 100.000 euro.

 

La nuova rotatoria Circonvallazione Meridionale, della Fiera, Gueritti (inizio lavori nei primi giorni d’aprile – durata 90 giorni riducibili a 60)

Avrà un costo di 81.000 euro ed un diametro esterno di 20 metri la nuova rotatoria che sarà realizzata sull’incrocio Circonvallazione Meridionale, via della Fiera, via Gueritti. Il flusso di mezzi proveniente da via della Fiera continuerà ad avere l'obbligo di svolta a destra come avviene attualmente e sarà incanalato obbligando i mezzi ad innestarsi su via Circonvallazione meridionale in direzione Riccione. Oltre al riprofilamento dei marciapiedi posti sui quattro angoli dell'incrocio viario, l’intervento prevede la modifica degli attraversamenti pedonali che verranno allontanati dall'intersezione, rendendoli più sicuri per i pedoni.

 

La nuova rotatoria Circonvallazione Meridionale, Via Bramante, Largo Unità d’Italia (Lavori già iniziati lunedì 8 febbraio 2016 – durata 120 giorni)

La nuova rotatoria che sarà realizzata di fronte a via Bramante avrà un raggio esterno totale di 12,75 metri, mentre sarà di 5,50 quello della isola interna, sormontabile per 1 metro e mezzo così da agevolare il transito dei mezzi più grandi. Oltre che sulle strade e parcheggi esistenti, l’intervento andrà a riqualificare il verde pubblico che aumenterà di consistenza e qualità valorizzandone il rapporto con le mura medioevali della città. In particolare sarà in gran parte demolita l’attuale sede stradale di Largo “Unità d'Italia” nel tratto in cui s’innesta nella Circonvallazione Meridionale, aumentando la superficie dei giardini, allontanando la sede stradale dalle mura medioevali e migliorando i percorsi sia pedonali che ciclabili. Modificato anche il vialetto pedonale che da accesso al parco Olga Bondi da Circonvallazione Meridionale, che attualmente risulta scarsamente utilizzato, rendendo così l’accesso al parco più comodo e sicuro.

 

Sovrappasso ciclopedonale di Parco Cervi

In fase di definizione il progetto esecutivo che dovrebbe essere approvato entro il mese di marzo e probabile inizio lavori nel mese di settembre.

 

Condividi.

Notizie correlate