RIMINI: Dopo la figuraccia, Gnassi si scusa (ma non troppo) – VIDEO

“Tendiamoci la mano e chiudiamola qui”. Inizia così una lunga lettera, affidata all’agenzia Dire, che Andrea Gnassi, sindaco di Rimini, ha scritto al direttore generale della tv di stato di San Marino Carlo Romeo dopo la querelle che lo ha visto protagonista nelle scorse ore.

“Troppo importante e consolidato il rapporto tra Rimini e Repubblica di San Marino per metterlo in discussione a causa di una risposta infelice e certamente da me evitabile” prosegue Gnassi, che a questo punto si è trovato per la prima volta travolto da una valanga di polemiche dopo l’ennesimo episodio in cui un giornalista è stato trattato da lui a pesci in faccia a causa di una banale domanda non gradita.

Nonostante la palese figuraccia televisiva (risuonata ampiamente anche sui social), il primo cittadino non ha mancato di continuare a punzecchiare i sammarinesi, sottolineando l’abbronzatura e lo stipendio del direttore Romeo, toccando nuovamente i temi fognature e criminalità, paventando ancora una volta ad una sorta di “trappola” nei suoi confronti, come se la stampa non avesse altro a cui pensare se non alla figura del sindaco di Rimini. Si scusa quindi ma non troppo Andrea Gnassi, il cui comportamento ha già scatenato la presa di posizione del segretario sammarinese Lonfernini che vede un brutto sgarbo istituzionale nei confronti di un paese straniero con l’intenzione di coinvolgere il parlamento locale. Inizia quindi così il secondo mandato del primo cittadino riminese, il cui carattere “acuto” promette di sicuro nei prossimi anni altre situazioni da raccontare.

Condividi.

Notizie correlate