RIMINI: Entro il 2020 due asili su tre saranno privatizzati – VIDEO

Entro il 2020 a Rimini, due asili su tre saranno privatizzati. Ed è subito polemica. Il 40 per cento delle strutture, fra asili nido e scuole materne, sarà infatti esternalizzato, ovvero gestito da privati. Si procederà a scaglioni – spiegano da Palazzo Garampi – e la procedura durerà tre anni per dare modo ai bambini di completare il ciclo scolastico con i propri maestri.

I primi asili coinvolti saranno: il Do Re Mi, La Giostra, Il Volo, Il Borgo, Al Zgheli e Arcobaleno. Al bando per l’assegnazione delle strutture potrà partecipare qualunque tipo di impresa, e il rapporto qualità/prezzo determinerà il punteggio finale.

Ma nonostante il passaggio ai privati, il Comune di Rimini non si leverà del tutto dalla gestione di quelle scuole. Resteranno, infatti, in capo ai Servizi educativi pubblici, le iscrizioni e le ammissioni, la riscossione delle rette e la manutenzione straordinaria degli immobili. “Manterremo gli attuali standard di qualità e le tariffe”, assicura l’amministrazione riminese. La vicenda ha però suscitato molte polemiche, e tra i genitori è partita la raccolta firme contraria alla manovra. Una manovra che si è resa necessaria per i vincoli finanziari, come spiega il Comune, il quale si dice incapace di estendere, alle condizioni attuali, gli orari di servizio e il personale. Regione e Comune, poi, sono d’accordo nell’introdurre l’obbligatorietà dei vaccini al fine di iscrivere i propri figli all’asilo. Un dibattito destinato a non finire.

Condividi.

Notizie correlate