RIMINI: Fusione Montescudo-Montecolombo, ok dalla Regione – VIDEO

Via libera all’unanimità dell’Assemblea legislativa dell’Emilia-Romagna alla fusione tra Montescudo e Montecolombo nel riminese. Il nuovo comune della Valconca s’ha da fare. Dopo il referendum di metà ottobre in cui i cittadini si erano già detti favorevoli all’unione ecco che arriva il parere positivo della Giunta regionale. Dal 1° gennaio 2016 nascerà un municipio unico che continuerà, ovviamente, a far parte dell’Unione Valconca. Con la fusione, il nuovo Comune avrà una popolazione di oltre 6.800 abitanti ed un’estensione di circa 32 chilometri quadrati. Sono previsti contributi regionali in conto speciale pari a 92 mila euro all’anno per 15 anni oltre ad un ulteriore contributo, a titolo di comparticipazione alle spese iniziali, di 120 mila euro all’anno per i primi tre anni, in cui si aggiungerà un contributo statale annuale di circa 235 mila euro per un decennio. “Il voto di oggi in aula – ha detto l’assessore regionale al Bilancio Emma Petitti – è un risultato che denota la grande consapevolezza delle opportunità offerte ai territori dai percorsi di fusione, che la Regione sostiene fortemente, assecondando la volontà espressa dalle collettività interessate”. A distanza di quattro mesi dall’approvazione della legge istitutiva del Comune di Ventasso (Reggio Emilia) nato dalla fusione di quattro municipi dell’alto Appennino reggiano, il numero complessivo dei Comuni della regione che era, all’avvio di questa legislatura, pari a 340, scenderà a 334. A gennaio continuerà la fase di commissariamento che coinvolgerà, dopo Montecolombo in seguito alle dimissioni del sindaco, anche Montescudo fino alle prossime elezioni del 2016.

Condividi.

Notizie correlate