RIMINI: Nuova questura, il caso alla Corte dei Conti – VIDEO

Sono passate poche settimane da quando è stata ufficialmente dichiarata fallita la società Dama srl che a Rimini ha costruito quello che ormai può solo definirsi un ecomostro. Come noto, la struttura sarebbe dovuta diventare la nuova questura, ma per una intricata vicenda giace oggi in completo abbandono con probabilità ormai quasi zero di poter entrare in funzione. Prima di uscire di scena e quindi passare la mano al curatore fallimentare, il liquidatore della società Guerrino Mosconi ha presentato un esposto-segnalazione alla Corte dei Conti chiedendole di accertare il danno erariale e le eventuali responsabilità dei diversi soggetti coinvolti.

Le posizioni di Mosconi sono sempre state molto critiche nei confronti del Comune riminese, che in questa vicenda non si è visto ricevere milioni e milioni di euro di tasse mai versate, se ne ipotizzano circa 10. Mosconi accusa gli amministratori pubblici di oggi e di ieri di inerzia, in quanto secondo lui, avrebbero potuto evitare quanto accaduto chiedendo addirittura la consegna anticipata della struttura prima della fine dei lavori ed evitando quell'estenuante trattativa tra Damerini e il Ministero che poi si è conclusa negativamente regalando alla città l'ennesimo scempio di cemento. Intanto proseguono le ricerche per una nuova location per i locali della questura, novità potrebbero arrivare entro poche settimane.

Condividi.

Notizie correlate