RIMINI: Questura, carenze di personale e di dotazioni. Il Sap chiede un immediato intervento – VIDEO

Nel 2015 sono stati riscontrati 7791 reati ogni 100.000 abitanti con un numero complessivo di trasgressioni pari a 26136. Dati incisivi che hanno regalato a Rimini un primato nella classifica nazionale delle città con il maggior numero di reati denunciati. Ed ora il Sindacato Autonomo della Polizia riminese, attraverso una lettera scritta dal suo segretario generale al Capo della Polizia, chiede un “aumento del livello di sicurezza e della classe della Questura di Rimini”. Nella missiva viene raccontata una situazione divenuta oramai insostenibile. Continue carenze a cui i poliziotti devono fare fronte. Nello specifico, a fronte dei tanti eventi che la città si dota di continuo, la Polizia di Stato non riuscirebbe ad essere efficiente come vorrebbe a causa di “dotazioni, mezzi e risorse sottodimensionate rispetto alla mole di lavoro richiesto dal territorio”. “Per far meglio comprendere – si legge nella lettera – nell'estate del 2015, in 50 giorni il personale della Questura, 90 uomini disponibili tolti esentati a vario titolo e personale impiegato in servizio di pronto intervento, ha svolto 1400 servizi”. Una cifra che comprende uno sforamento del numero di cambi di turno totali e tanti straordinari. “Gli uffici sono al collasso – prosegue la lettera – il personale con una età media intorno ai 50 anni, non può reggere i ritmi imposti per fare fronte alle esigenze”. “La mancanza o la sottrazione di personale negli uffici riminesi crea poi enorme disagio agli utenti”.

Condividi.

Notizie correlate