RIMINI: Viabilità, via libera alla prima Variante di S.Giustina. Il parere dei cittadini – VIDEO

La Giunta comunale di Rimini ha approvato il progetto definitivo esecutivo della bretella di collegamento tra la SS9 Emilia e gli impianti presenti nella zona, ovvero depuratore, biodigestore e lavorazione materiali inerti. “Si tratta della prima fase di un intervento complesso articolato in tre fasi – sottolinea l'assessore ai Lavori pubblici Roberto Biagini – ma già grazie alla realizzazione di questo primo stralcio sarà possibile migliorare la viabilità della zona, andando ad alleggerire in maniera importante il traffico dei mezzi pesanti diretti agli impianti che oggi transitano nel cuore del centro abitato. Si contribuirà quindi al miglioramento della qualità di vita dei residenti oltre ad agevolare la logistica delle imprese che saranno servite da questa nuova bretella stradale”.

Per rispettare gli impegni assunti con i cittadini e con il Consiglio Comunale e tenere fede al cronoprogramma annunciato, l'Amministrazione ha scelto di adottare le procedure più rapide previste dalla norma, facendo avanzare in parallelo i provvedimenti di approvazione del progetto con quelli urbanistici per la localizzazione del tracciato. Allo stato attuale è in corso la fase di acquisizione delle aree su cui sorgerà il tracciato della bretella. Nell'atto di approvazione sono state presentate contro dedotte le tre osservazioni presentate dai cittadini inerenti agli espropri. E' quindi confermato il crono programma che vede come prossima tappa la fase realizzativa con l'individuazione dell'impresa per la realizzazione con la successiva consegna delle aree per l'avvio del cantiere.

Il progetto per la realizzazione della nuova viabilità a Santa Giustina proseguirà poi con le altre due fasi: la realizzazione del secondo intervento; ovvero la rotatoria sulla SS9 nelle vicinanze del Cimitero di Santa Giustina. La rotatoria servirà: sia da raccordo tra SS 9 e la bretella di collegamento agli impianti; sia come punto di partenza della nuova circonvallazione che si collegherà con la rotatoria della strada di gronda già esistente in comune di Santarcangelo di Romagna. Come noto per la nuova infrastruttura viaria è previsto un finanziamento di 10 milioni di euro nel piano delle opere pubbliche ed attualmente sono in corso le attività di progettazione. 

Ma qual'è l'umore nella frazione riminese? Sicuramente la tensione è alta, gli striscioni ancora presenti in diversi balconi nonché sui cancelli delle case poste sulla strada fanno intedere che gli abitanti siano molto stanchi di aspettare ancora per una soluzione definitiva. C'è chi ha poi un interesse opposto rispetto a quello dei tanti che non ne possono più del traffico e dello smog: una cittadina di Santa Giustina, ad esempio, preferirebbe non vedersi tolto il proprio terreno per costruire la nuova circonvallazione.

Condividi.

Notizie correlate