ROMAGNA: Presentati i dati delle donazioni di sangue, la situazione è stabile- VIDEO

E' stabile il numero delle donazioni di sangue in Romagna. Da gennaio a luglio di quest’anno sono state ben 31.837 le donazioni effettuate, 23 in più rispetto allo stesso periodo del 2015. E’ invece complessivamente diminuito l’utilizzo del sangue, che dalle 28.794 unità di globuli rossi concentrati del 2015 passa alle 28.455 del 2016, con un risparmio di 339 sacche. Questi i dati forniti dal Programma Sangue Plasma dell’Ausl della Romagna, che traccia il bilancio di attività dei primi sette mesi dell’anno. Nel dettaglio, in questi primi sette mesi dell’anno, nel cesenate le donazioni di sangue sono state 5.915 (286 in più rispetto allo stesso periodo del 2015); nel forlivese 4.420 contro 4.622; nel riminese 8.892 contro le 9.006 del 2015 e nel ravennate 12.610 contro 12.557.  Per quanto riguarda i nuovi donatori, nel 2015 sono stati 5.885 i romagnoli che si sono presentati nei Punti di Raccolta e di questi sono stati sottoposti per la prima volta alla donazione in 4.279. Complessivamente, il territorio dell’Azienda USL della Romagna ha potuto contare nell’anno 2015 su 31.639 donatori periodici. Dai numeri  emerge una situazione complessivamente stabile. Per mantenere questa condizione è necessaria comunque la continua disponibilità dei donatori. In particolare a seguito del terremoto del centro-Italia, i donatori abituali saranno contattati, al bisogno, dalle varie Avis territoriali.

 

 

Condividi.

Notizie correlate