(VIDEO) CESENA: I COBAS bloccano lo sfratto di un ex dipendente di Artoni

Nuova protesta del sindacato Adl Cobas in città a Cesena. Questa mattina i militanti del sindacato sono intervenuti in una vicenda che riguarda indirettamente un altro caso, quello del'azienda Artoni che ha chiuso un rapporto di collaborazione con la Cooperativa Eurologis che gestiva, all’epoca, il magazzino Artoni di Pievesestina. Ciò ha provocato il licenziamento dei 28 dipendenti della cooperativa, innescando un dura vertenza ancora in corso che di recente è sfociata in blocchi davanti alla sede cesenate di Artoni. In mattinata diversi militanti dell'associazione diritti dei lavoratori cobas hanno realizzato un blocco per impedire fisicamente uno sfratto di uno di quei 28 lavoratori lasciati a casa quest'estate e destinati al licenziamento. Di buona mattina, i lavoratori, con gli striscioni, hanno bloccato l'ingresso di un condominio per impedire, appunto, lo sfratto esecutivo. A quanto pare da circa due anni nella casa in questione non viene pagato l'affitto e la proprietà ha intrapreso la strada dello sfratto per morosità. All'arrivo dell'ufficiale giudiziario, con l'avvocato e le forze dell'ordine, è stata intavolata una trattativa con i referenti dello sportello casa. Alla fine, dopo momenti anche di tensione, la determinazione del presidio contro lo sfratto è riuscita a ottenere il rinvio della procedura esecutiva sino al prossimo 23 ottobre, nel frattempo si cercherà una soluzione che possa andare incontro alle esigenze di entrambe le parti in questione. Nel frattempo  adl cobas mostra tutta la sua soddisfazione per l'obiettivo raggiunto a cesena, “La lotta paga! Oggi non si sfratta nessuno!”, commentano infatti su Facebook i sindacalisti dell' dell'associazione diritti dei lavoratori cobas. (Fausto Fagnoni)

Condividi.

Notizie correlate