(VIDEO) FORLI’: Electrolux, dopo il buio raggi di luce?

Il gruppo Electrolux ha confermato anche per lo stabilimento di Forlì una accelerazione per la realizzazione dei progetti di ricerca e sviluppo. Dopo un lungo periodo di crisi, sfociato in tensioni e piani di drastica riduzione del personale, poi in gran parte superati, l’azienda, di proprietà svedese,  ha comunicato, a seguito dei risultati raggiunti, una anticipazione dei tempi di fuoriuscita dalla crisi per lo stabilimento romagnolo: per il 2016 sono previste solo 8 settimane a orario ridotto a 6 ore e le rimanenti 44 settimane a orario pieno 8 ore. E' quanto emerso dall’incontro di mercoledì a Roma per verificare l’andamento dell’Accordo di Programma siglato a fine luglio presso il Mise. Sono notizie molto positive, ha commentato l’assessore regionale alle attività produttive Palma Costi. Intanto la Regione emilia-Romagna ha già messo a disposizione risorse pari al 10% del cofinanziamento ovvero complessivamente 560 mila euro a titolo di contributo alla spesa del costo complessivo a carico della finanza pubblica per i progetti di pertinenza regionale inerenti appunto il piano di rilancio del gruppo Electrolux. “Continueremo  a seguire la vicenda con attenzione” – ha precisato l'assessore Costi –  “nell’interesse dei lavoratori e del territorio”. I progetti di ricerca e sviluppo individuati dal piano di Electrolux saranno realizzati nelle unità produttive in Friuli-Venezia Giulia ed Emilia-Romagna: il gruppo multinazionale infatti ha sedi in Italia a Porcia, Susegana e Solaro e a Forlì.

Condividi.

Notizie correlate