(VIDEO) RIMINI: Concessioni demaniali, è corsa contro il tempo per i bagnini

La sabbia nella riviera di Rimini, nonostante l'estate sia finita, torna bollente. A fine anno, infatti, scadono le concessioni dei bagnini e non è più previsto il rinnovo automatico. Ancora l'incubo della Bolkenstein, la direttiva europea che fa paura ai tanti imprenditori che gestiscono le spiaggie riminesi. Secondo quest'ultima, le attuali concessioni di spiaggia non potranno essere rinnovate in automatico dopo il 31 dicembre 2015 e verrà imposto un bando di evidenza pubblica per la riassegnazione delle concessioni demaniali. Il tema delle incertezze che regnano su un settore nevralgico dell’industria turistica italiana quello degli operatori balneari, è stato al centro della tavola rotonda che si è svolta venerdì pomeriggio nell’ambito di SUN, la fiera dedicata al turismo open air in scena a Rimini Fiera. Un convegno dal titolo ‘Certezze alle imprese balneari per assicurare futuro del turismo italiano. Confronto con le Regioni’ promosso da OASI Confartigianato, FIBA Confesercenti, S.I.B. e Assobalneari Confindustria con la collaborazione della Confartigianato di Rimini. Intanto, la Corte di Giustizia Europea dovrebbe pronunciarsi a breve e risolvere, in teoria, definitivamente la questione. Ma si parla anche di “doppio binario”: la possibilità di ritardare l'asta per i balneari iniziando a mettere in discussione prima le spiagge libere. 

Condividi.

Notizie correlate