(VIDEO) ROMAGNA: Vaccini, è vero allarme

La situazione per quanto riguarda la percentuale delle vaccinazioni dei bambini in provincia di Forli-Cesena non è migliore rispetto al resto del paese. E'  l'ordine dei medici a lanciare l'allarme per il preoccupante calo registrato. Il tasso di copertura nel 2014 si è infatti attestato al 93,5% nel cesenate e al 94,5% nel forlivese per poliomielite, tetano, difterite ed epatite B. Per la pertosse percentuali simili: 92,5% nel territorio cesenate e 93,5% in quello forlivese. Numeri, sottolineano i medici estremamente rischiosi e preoccupanti, perchè sotto la soglia di sicurezza, indicata intorno al 95%, ricorda l'ordine. Va poi ricordato che si tratta di medie e perciò si pensa, considerando una inevitabile disomogeneità su territorio, che in certi casi la copertura in provincia di Forlì-Cesena sia ampiamente al di sotto del 90%. E dunque è reale la contemporanea presenza in una singola comunità scolastica di molti bambini non vaccinati. Il rischio e' la compromissione del cosiddetto effetto immunita' di gregge, e che quindi si favorisca la ricomparsa e la diffusione di patologie, a volte anche mortali, che sembravano debellate da tempo. I medici puntano il dito contro il web, le campagne anti-vaccinazioni e le recenti sentenze che metterebbero in relazione i vaccini con alcune malattie come l'autismo. I vaccini hanno una enorme importanza, ricorda l'ordine dei medici, invitiamo tutti i medici a fare tesoro degli insegnamenti del passato ed a continuare l'opera educatrice nei confronti della popolazione. Ma condanna quanto pubblicato da diversi organi di stampa secondo cui sarebbero allo studio sanzioni per i medici che sconsigliano le vaccinazioni obbligatorie. Occorre invece puntare sull'aggiornamento professionale, su una corretta e trasparente informazione sulla sicurezza dei vaccini.

Condividi.

Notizie correlate