(VIDEO) SOGLIANO: Il comune dichiara guerra ai residenti “di comodo”

Il comune di Sogliano ha provveduto alla cancellazione di circa un centinaio di persone che, secondo quanto appurato dagli uffici dell'amministrazione, avevano residenza nel comune cesenate, ma solo fittiziamente, perché in realtà risiedono altrove. Uno escamotage dovuto alla volontà di poter godere dei non pochi benefici economici spettanti ai cittadini di Sogliano, grazie ai notevoli introiti assicurati al comune dalla grande discarica di proprietà della società pubblica ‘Sogliano Ambiente’.  Vantaggi che vanno dai 2mila euro garantiti dal comune per ogni nuovo nato, fino allo scuolabus gratis sino al termine delle scuole medie. Essere residenti a Sogliano, grazie appunto ai 10 milioni di euro che ogni anno arrivano al comune dall’impianto di stoccaggio, fa sì che l’asilo nido per le fasce più deboli costi al mese 20 euro, a fronte di cifre vicine ai 700 euro che debbono sborsare i residenti in altri comuni vicini come Cesena. Ma non è tutto: uno studente universitario residente a Sogliano si vede rimborsata la tassa fino a 1.700 euro l’anno, senza poi dimenticare la grande dovizia di mezzi economici di cui può disporre l'amministrazione comunale soglianese da investire in servizi e lavori pubblici. Ma questi benefici, ricorda il sindaco di Sogliano, Quintino Sabattini, sono riservati ai residenti che vivono veramente in paese e che investono le loro energie in questa fetta di vallata. Da qui, grazie anche ai dati più recenti del censimento, la volontà di passare al setaccio la popolazione, 3.194 residenti, e una volta individuati i soliti furbi rispedirli, anche da un punto di vista burocratico, dove veramente passano la loro vita.

Condividi.

Notizie correlate