Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio

LUDOVICO LUONGO


FORLÌ: Chiusa festa Cgil, Camusso, 'creare lavoro' | VIDEO Attualità

FORLÌ: Chiusa festa Cgil, Camusso, 'creare lavoro' | VIDEO

Ha accolto positivamente l'annuncio del varo del reddito di inclusione, Susanna Camusso, ospite, nella serata conclusiva, di "Facciamo Quadrato", la festa della Cgil di Forlì. Un bilancio positivo per la manifestazione che, come di consueto anche nella sesta edizione, ha toccato i temi caldi di diritti e lavoro.


FORLÌ: Aeroporto, coro di "si" alla nuova cordata | VIDEO Attualità

FORLÌ: Aeroporto, coro di "si" alla nuova cordata | VIDEO

Come prevedibile anche la associazioni di categoria di Ravenna, Forlì e Cesena sostengono e apprezzano l'ipotetica cordata di imprenditori locali che potrebbe partecipare all'ormai prossimo bando Enac che avrà come scopo riaprire l'aeroporto Ridolfi di Forlì. Mentre le associazioni di categoria riminesi tacciono, dal fronte politico forlivese Di Maio si dice ottimista. lI parlamentare del PD non manca di rispondere alle critiche della Lega Nord che aveva sottolineato come, secondo i suoi esponenti, il Partito Democratico abbia fin'ora tutelato solo gli interessi del Marconi di Bologna.


FERRARA: West Nile, anziano muore dopo la puntura di zanzara Cronaca

FERRARA: West Nile, anziano muore dopo la puntura di zanzara

E' morto all'ospedale ferrarese di Cona, vittima della West Nile, un uomo di 78 anni residente a Pieve di Cento (Bologna) che vi era giunto l'11 agosto già in condizioni critiche. Il decesso - riferisce la Nuova Ferrara - è sopraggiunto per improvvise complicazioni. L'anziano aveva cominciato ad avvertire i primi sintomi a inizio agosto: oltre ad una serie di sintomi aspecifici aveva manifestato anche febbre alta e stato confusionale, ed era stato ricoverato all'ospedale di Cento (Ferrara). Il quadro clinico aveva da subito portato a sospettare una meningoencefalite di tipo virale. Quindi il trasferimento a Cona e la diagnosi finale di contagio da West Nile, virus trasmesso dalla zanzara culex. A peggiorare il quadro clinico anche patologie pregresse di tipo metabolico e cardiaco. E' il secondo decesso nel Centopievese per West Nile in un anno: il 6 settembre 2016 era deceduto un 76enne residente a Cento.


RIMINI: Stupro in spiaggia, per i bagnini "inutile illuminare tutto l'arenile" Cronaca

RIMINI: Stupro in spiaggia, per i bagnini "inutile illuminare tutto l'arenile"

Quello che è accaduto nella notte tra venerdì e sabato, quando un branco di quattro ragazzi prima ha violentato sulla spiaggia di Miramare una turista polacca e picchiato e rapinato l'amico che era con lei e poi violentato una prostituta transessuale sulla Statale, è stata l'esplosione di "una furia spaventosa, imprevedibile difficile da contenere" contro cui "anche se ci fosse stata più illuminazione, non penso si sarebbe potuto" fare molto. E' quanto sostenuto da Mauro Vanni, bagnino e presidente dell'associazione Operatori di Spiaggia Rimini Sud, secondo cui "sarebbe impossibile illuminare tutta la spiaggia a giorno". La zona dove è avvenuta la violenza, la 130 di Miramare, spiega all'ANSA, "è una normale spiaggia riminese in cui le dimensioni sono talmente ampie che, anche se illuminata la zona delle cabine, sulla battigia, in mezzo agli ombrelloni, non si riesce ad avere una illuminazione eccessiva. Sarebbe impossibile illuminare tutta la spiaggia a giorno - osserva -: le spiagge qui a Rimini hanno grandi dimensioni, non è possibile illuminarle completamente". Secondo Vanni, nella vicenda che ha visto coinvolta la coppia di giovani polacchi "ha giocato il fatto che fosse un orario particolare, a quell'ora, alle 4, non c'è attività di nessun genere: è successo in spiaggia ma sarebbe potuto succedere in un parco, in una strada isolata. Contro la pazzia di quattro scatenati come questi - prosegue - anche se ci fosse stata più illuminazione non penso si sarebbe risolto il problema. Si è scatenata una furia spaventosa che è imprevedibile e difficile da contenere: arrivare a aggredire così delle persone fino a picchiare a sangue, stuprare e gettare in acqua è una cosa da Arancia Meccanica". Ad ogni modo, argomenta ancora Vanni, "stiamo cercando, come associazione, di rendere più viva la battigia perché la battigia è rimasta isolata rispetto al resto della spiaggia. Quindi - sottolinea - sempre di più stiamo creando eventi, ci sono i nostri dipendenti che anche durante la notte fanno il rimessaggio delle attrezzature e la spiaggia ha una presenza più attiva, più positiva, anche i locali, i risto-bar, i barettini in riva al mare sono aperti, ma fino all'una di notte e quindi diciamo che rispetto a una situazione di isolamento completo si può fare qualcosa".


RICCIONE: Sfilano per i diritti lgbt, critiche verso la Tosi | FOTO Attualità

RICCIONE: Sfilano per i diritti lgbt, critiche verso la Tosi | FOTO

Sono state alcune decine di persone a sfilare in viale Ceccarini a Riccione per i diritti lgbt. L'iniziativa, organizzata per celebrare il trentennale di Arcigay nella Perla Verde, si è però trasformata anche in una critica verso la giunta di centro-destra della appena rieletta Renata Tosi. Per Franco Grillini, storico leader gay e presente anche lui nonostante alcuni problemi di salute, la prima cittadina "è stata costretta a negare il patrocinio al recente Summer Pride riminese a causa della presenza nella sua compagine di frange religiose estremiste". Soddisfatto dell'evento anche Marco Tonti che ha avuto dal Classic Club (storico gay club riminese) un decisivo supporto. La sfilata è stata colorata ma silenziosa, erano presenti diversi performer del mondo della notte.


RIMINI: Meeting, terrorismo e ius soli, parla Alfano | VIDEO Politica

RIMINI: Meeting, terrorismo e ius soli, parla Alfano | VIDEO

E' nella quinta giornata che al Meeting di Rimini trovano spazio i temi della difesa e la pace nel mondo. Protagonista il ministro degli esteri Angelino Alfano che in un lungo dibattito si è confrontato con il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg. Il titolare della Farnesina non ha mancato di parlare anche di terrorismo. E dopo le dichiarazioni di Papa Francesco, favorevole allo ius soli, Alfano ha detto la sua ai nostri microfoni


CESENATICO: Sferra un cazzotto al medico di turno, denunciato 44enne Cronaca

CESENATICO: Sferra un cazzotto al medico di turno, denunciato 44enne

I carabinieri di Cesenatico, a conclusione di indagini, hanno denunciato in stato di libertà per i reati di lesioni personali, violenza o minaccia, oltraggio a Pubblico Ufficiale ed interruzione di pubblico servizio un quarantaquattrenne, italiano, residente a Cesenatico, pluripregiudicato per reati vari. Lo stesso, nel corso di una serata dell’inizio del mese in corso, presso il Pronto Soccorso del locale Ospedale, dopo aver urlato nei corridoi nei confronti di un’infermiera, costringendola, per la paura, a rifugiarsi in una stanza chiusa, e minacciato ed offeso il medico di turno, al fine di costringerlo, indebitamente, a sollecitare l’invio, comunque già richiesto tramite 118, di autoambulanza per la propria consorte, lo aggrediva colpendolo con un pugno al volto, cagionandogli lesioni giudicate guaribili in tre giorni. L’uomo, inoltre, con reiterata condotta, provocava così l’interruzione della normale erogazione del servizio assistenziale ai numerosi pazienti presenti in quel momento.