Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio

REDAZIONE RIMINI


RIMINI: Omicidio Nikolli, pm ha chiesto ergastolo per i 3 complici Cronaca

RIMINI: Omicidio Nikolli, pm ha chiesto ergastolo per i 3 complici

Chiesto l’ergastolo per tutti e tre gli accusati dell’omicidio di Petrit Nikolli, l’elettricista albanese di 40 anni, freddato su una strada di Rimini il 25 maggio 2016 per una vendetta in ambito famigliare. Il pm ha chiesto il carcere a vita per Edmond, Lek e Altin Leci. Il primo era stato sposato con una 20enne nipote di Nikolli, la quale era fuggita dal marito per trovare protezione nello zio. Gli altri due sono il fratello e il padre di Edmond, partiti con lui dalla Lombardia dove risiedevano, alla volta di Rimini. Secondo l’accusa, a sparare sarebbe stato il padre. I tre erano stati arrestati 24 ore dopo l’accaduto e Lek Leci, il padre, aveva subito confessato di esser stato lui l’autore materiale dell’omicidio.


CATTOLICA: Due ragazze discriminate dal vicino, arriva il sostegno di Arcigay Cronaca

CATTOLICA: Due ragazze discriminate dal vicino, arriva il sostegno di Arcigay

Prima uno sputo sul proprio scooter guasto, un biglietto di avvertimento, poi il danneggiamento con una gomma forata, infine insulti omofobi dal vicino di casa. Protagoniste di questa storia due ragazze, Beatrice ed Elena i nomi di fantasia, discriminate perchè conviventi lesbiche in un appartamento di Cattolica. Il vicino dopo essersi accorto della relazione presumibilmente da foto viste nella casa delle due giovani, ha cambiato tono diventando aggressivo e proferendo parole omofobe verso le ragazze che hanno poi sporto regolare denuncia. Pronto il sostegno di Arci gay Rimini con una nota: "Dopo i fatti di Forza nuova a Cesena, ecco un'altra dimostrazione (se ce ne fosse bisogno) dell'impellenza di una legge regionale contro l'omofobia anche in Emilia-Romagna, come già approvata in altre regioni da ultima la Puglia. Com'è possibile che una regione come la nostra, capofila storica della difesa dei diritti e del contrasto alle discriminazioni, arrivi da ultima a una meta così importante che riguarda decina di migliaia di cittadini e cittadine? La prima firmataria Roberta Mori ha partecipato a convegni pubblici garantendo il suo impegno, ma intanto ci sono decine di migliaia di persone che sono ancora indifese e costrette a subire, e la nostra regione continua a essere scavalcata da altre. Ci auguriamo che questa legge arrivi presto al voto e che diventi un punto di orgoglio che questo governo regionale potrà rivendicare. Da parte di Arcigay Rimini diamo il pieno sostegno alla querela sporta dall'avvocata Agnese Canfora per conto delle due protagoniste e quando sarà il momento ci costituiremo parte civile. Il loro gesto è importante perché per un episodio che viene denunciato ce ne sono migliaia, spesso purtroppo anche molto più gravi, che vengono taciuti e subiti, dandola vinta agli omofobi di turno. C'è mancato poco anche in questo caso, le due ragazzi infatti si erano già convinte a cambiare casa, ma fortunatamente un'altra condomina le ha sostenute e le ha convinte a resistere e anzi a denunciare. La dimostrazione che esistono persone sane e nobili che spontaneamente prendono le difese delle persone discriminate, e speriamo che seguendo questo esempio saranno sempre di più".


RIMINI: 90enne investito sulle strisce pedonali, prognosi riservata Cronaca

RIMINI: 90enne investito sulle strisce pedonali, prognosi riservata

La prognosi è riservata per l'uomo di 90 anni, le cui iniziali sono C. A., investito sulle strisce pedonali a Rimini dall'automobile guidata da una donna V. V. di anni 39. Il fatto è avvenuto alle 12.05 in P.le Kennedy angolo v.le Vespucci e a renderlo noto è polizia municipale. L'anziano è stato immediatamente trasportato all'Ospedale Infermi di Rimini.


SAN MARINO: Ministro economia, “Situazione banche sotto controllo” Economia

SAN MARINO: Ministro economia, “Situazione banche sotto controllo”

A San Marino "la situazione è assolutamente sotto controllo. Non esistono problemi di liquidità in istituti bancari sammarinesi". Lo dice il segretario di Stato alle Finanze della Repubblica di San Marino Simone Celli, che spiega all'ANSA di aver chiesto al direttore generale della banca Centrale, Raffaele Capuano di ritirare le dimissioni. "Il Governo - afferma . è impegnato a garantire massima tutela a depositanti e risparmiatori che non perderanno un centesimo delle loro risorse" Secondo io responsabile dell'Economia della Repubblica del Titano, "il percorso di ristrutturazione del sistema finanziario va avanti e da questo processo, che dovrà essere condiviso tra Governo, Banca Centrale e soggetti vigilati, usciranno banche più solide e competitive. Il Governo auspica di poter portare avanti questo importante lavoro insieme al direttore generale Banca Centrale Raffaele Capuano, al quale si chiede formalmente di rivedere la propria decisione di dimettersi. Se ciò non fosse possibile, Banca Centrale dovrà dotarsi al più presto di un nuovo Dg", conclude Celli. 


RIMINI: Vendita abusiva di alcol, chiuso per 90 giorni minimarket del centro Cronaca

RIMINI: Vendita abusiva di alcol, chiuso per 90 giorni minimarket del centro

90 giorni di chiusura per una minimarket del centro storico di Rimini (via Garibaldi). È la sanzione inflitta dalla Prefettura a seguito delle violazioni riscontrate dalla Polizia Municipale durante i servizi di controllo sulla vendita abusiva di alcol. Il gestore del minimarket infatti era stato colto in due distinte occasioni mentre vendeva bevande alcoliche a due minorenni. Inoltre era stato sanzionato dagli agenti della Polizia Municipale anche per aver venduto alcolici dopo la mezzanotte e in bottiglie di vetro: una triplice irregolarità che ha portato alla segnalazione alla Prefettura e alla conseguente applicazione della sanzione accessoria, definita in novanta giorni. Per l’attività del centro storico si tratta del secondo provvedimento di questo tipo: già a settembre infatti aveva dovuto scontare una chiusura di 15 giorni a seguito delle stesse violazioni. Il minimarket dunque comincerà a scontare la chiusura a partire da oggi e potrà dunque riaprire solo a metà febbraio 2018. Al momento sono tre gli esercizi di vicinato che stanno osservando la chiusura forzata perché segnalati dalla Polizia Municipale per vendita abusiva di alcolici: oltre al negozio di via Garibaldi, stanno scontando sanzioni accessorie altri due minimarket presenti in viale Vespucci. “Grazie all’impegno delle donne e degli uomini della Polizia Municipale e alla sinergia con gli organi dello Stato stiamo dando un segnale forte a chi pensa che certe irregolarità possano essere tollerate o che si possano risolvere pagando una sanzione – sottolinea l’assessore alla Polizia Municipale Jamil Sadegholvaad – La chiusura di un’attività che ha mostrato di essere recidiva per quasi tre mesi, per altro in un periodo molto ‘proficuo’ dal punto di vista degli affari vista la concomitanza con le festività di fine anno, è ancora una volta la dimostrazione che c’è la volontà chiara da parte delle istituzioni di usare il massimo della severità nei confronti di chi contribuisce ad alimentare un fenomeno che ha implicazioni serie, sia perché favorisce l’abuso di alcol da parte dei più giovani, sia perché contribuisce a creare situazioni di degrado urbano. E’ nostro dovere continuare a tutelare la salute dei ragazzi e il decoro della città attraverso tutti gli strumenti che abbiamo a disposizione”.


RICCIONE: Aveva 25 grammi di 'maria' nello zaino, studente 14enne nei guai Cronaca

RICCIONE: Aveva 25 grammi di 'maria' nello zaino, studente 14enne nei guai

Temevano avesse della droga nello zaino, e non sbagliavano. Alcuni insegnanti di una scuola media di Riccione, nella mattinata di venerdì, hanno contattato i carabinieri perché insospettiti dal comportamento di uno dei loro studenti. Arrivati nell'istituto, i militari alla presenza dei genitori del 14enne, hanno perquisito lo zaino del minorenne nel quale era nascosto un involucro con circa 25 grammi di marijuana e un bilancino di precisione. Lo studente è stato condotto in caserma per le pratiche di rito. Subito dopo è stato dichiarato in arresto. Su disposizione dell’Autorità Giudiziaria minorile di Bologna, l’adolescente è tornato a casa e affidato ai genitori.


RICCIONE: Viene investito da un'auto, grave pedone 82enne Cronaca

RICCIONE: Viene investito da un'auto, grave pedone 82enne

Un 82enne di Riccione nella prima serata di giovedì, intorno alle 19, è stato investito da un’automobile in transito. Non sono del tutto chiare le dinamiche del sinistro: al momento, mentre gli agenti della Polizia stradale ricostruiscono le diverse fasi dell’impatto, l’uomo è ricoverato all’ospedale Infermi di Rimini. I medici, che lo hanno stabilizzato già sul luogo dove è avvenuto l’incidente, informano che le condizioni dell’anziano restano piuttosto gravi ma dovrebbe essere fuori pericolo.