Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio

ROMINA BRAVETTI


FAENZA: Tra Simbolismo e Liberty con Achille Calzi | VIDEO Attualità

FAENZA: Tra Simbolismo e Liberty con Achille Calzi | VIDEO

Achille Calzi è stata una personalità poliedrica e ricettiva, artista a tutto tondo, portavoce della nuove istanze della modernità. Il Mic di Faenza ospita dal 5 novembre al 18 febbraio 2018 una mostra per riscoprire l'artista poco conosciuto dell'arts and crafts italiana


RIMINI: Fiamme Gialle fermano spacciatori grazie al fiuto dei cani Cronaca

RIMINI: Fiamme Gialle fermano spacciatori grazie al fiuto dei cani

Gli agenti della Guardia di finanza di Rimini, con l’ausilio delle unità cinofile operanti con i cani antidroga Donny e Ulla, hanno sequestrato oltre 60 grammi di sostanze stupefacenti tra marijuana, hashish, cocaina e anfetamine nella notte di Halloween. Nel corso dell’operazione sono stati arrestati 3 soggetti per traffico di sostanze stupefacenti e 9 soggetti sono stati segnalati alla Prefettura per detenzione di droga. 


RAVENNA: "Pensavo fosse consenziente", si difende l'autore del video dello stupro | VIDEO Cronaca

RAVENNA: "Pensavo fosse consenziente", si difende l'autore del video dello stupro | VIDEO

Cella di isolamento guardato a vista dagli agenti carcerari. Al momento è questa la situazione per il 27enne accusato di aver filmato col cellulare la violenza sessuale, compiuta a Ravenna, dal suo amico 26enne ai danni di una 18enne semi incosciente a causa dell’alcol.  Il 27enne durante l’interrogatorio avrebbe sostenuto di aver pensato, mentre riprendeva, che il rapporto sessuale  fosse consenziente perché avrebbe visto poco prima delle effusione tra la 18enne e il 26enne. L’interrogatorio del Gip per il 27enne senegalese, in passato giocatore del Ravenna calcio, è durato un paio d’ore nel corso delle quali avrebbe ammesso che la ragazza sarebbe stata trasportata in spalla nell’appartamento perché non si reggeva in piedi a causa del troppo alcol ingerito.  Ma il 27enne avrebbe confermato di non aver fatto nulla con la vittima, nonostante alcune frasi registrate dal cellulare facessero presupporre altro, e che le riprese del rapporto sessuale sarebbero rientrate nel normale comportamento dei ragazzi di filmare le situazioni che si trovano intorno senza pensare di essere davanti ad un abuso. Ore per il 26enne e per il 27enne, entrambi in carcere,  c’è l’attesa di conoscere la decisione di Gip e Tribunale delle libertà per la richiesta degli arresti domiciliari.


FAENZA: Minaccia fidanzata e vicino di casa, denunciato Cronaca

FAENZA: Minaccia fidanzata e vicino di casa, denunciato

Un 53enne residente nel faentino ha litigato con la fidanzata e poi se l’è presa  con l’amico che l’aveva accolta in casa per proteggerla, minacciandolo con un coltello. Per questo l’uomo è stato denunciato per minaccia e violazione di domicilio aggravato.  La vicenda risale a qualche sera fa, quando una coppia di conviventi, lei 51enne e lui 53enne, hanno litigato e la donna, impaurita per lo stato d’ira del compagno, ha bussato alla porta degli amici per chiedere aiuto. Il 58enne padrone di casa l’ha accolta nell’abitazione ma il 53enne è riuscito ad entrare ed ha impugnato un coltello, che si trovava sul tavolo della cucina, e lo ha puntato contro il 58enne, minacciando di ucciderlo. Solo il tempestivo intervento degli uomini dell’Arma ha permesso che fosse evitato la tragedia.    




FAENZA: Fiamme Gialle sequestrano deposito abusivo di pneumatici | FOTO Cronaca

FAENZA: Fiamme Gialle sequestrano deposito abusivo di pneumatici | FOTO

La Guardia di Finanza di Faenza, nel ravennate, ha scoperto e sequestrato un'estesa superficie sulla quale erano stati collocati, a cielo aperto, centinaia di pneumatici e trattori agricoli in stato di abbandono, per un totale di circa 40 tonnellate di peso complessivo. Sullo stesso terreno erano stati depositati direttamente sul suolo anche migliaia di teloni in materiale plastico privi di protezione dagli agenti atmosferici e in precario stato di conservazione, per un volume complessivo di circa 100 metri cubi e un peso di circa 30 tonnellate. Il sito, risultato di proprietà di un'azienda agricola, è vicino a campi coltivati e i finanzieri hanno segnalato alla Procura della Repubblica di Ravenna il responsabile dell'azienda agricola per reati ambientali.