(VIDEO) RICCIONE: 5 arresti per prostituzione e droga. Ancora guai per night “La Perla”

Cinque persone, quattro italiani e un albanese, sono state arrestate dai carabinieri di Rimini per sfruttamento della prostituzione nell'ambito dell'indagine denominata 'Ubris', scattata intorno alla gestione del nightclub La Perla di Riccione. Quest'ultimo era stato già sequestrato nel 2013 dai militari nell'operazione 'Mirrow', la quale aveva evidenziato i tentativi da parte di alcuni soggetti appartenenti ad un clan camorristico di acquisire le quote delle società che gestivano i locali notturni della riviera. Affidato dal Tribunale ad un amministratore giudiziario, dopo un anno di chiusura, il noto nightclub riccionese ha riaperto i battenti con una nuova gestione che ha provveduto fin da subito a pubblicizzare il locale assumendo nuove avvenenti ragazze con contratti regolari. Ma queste, avrebbero provveduto ad intrattenere i clienti anche in altri modi. Infatti, i nuovi gestori, attirati dalle prospettive di forti e facili guadagni, avrebbero favorito, con l'aiuto di altri dipendenti, incontri con i clienti al di fuori del locale. L'attività investigativa fondata essenzialmente su intercettazioni telefoniche ha permesso di riscontrare come tale attività illecita fosse costante e condotta con abitualità. I due principali gestori, molto conosciuti nel mondo dei locali notturni, avrebbrero selezionato i clienti in base alle diverse possibilità di spesa. I Carabinieri, inoltre, hanno scoperto che due degli indagati si sarebbero dedicati allo spaccio di stupefacenti, nello specifico cocaina, procurata da pusher extracomunitari. Il tutto sarebbe avvenuto sempre fuori dal locale, ma vista la cattiva condotta della nuova gestione, il contratto, come previsto, sarà rescisso.

Condividi.

Notizie correlate