wpid-anziana-al-telefono.jpg

BAGNACAVALLO: Fingono controllo al contatore e derubano un’anziana

Due malviventi si sono fatti aprire la porta con la scusa del controllo del contatore: mentre uno fingeva di fare il lavoro, l’altro trafugava soldi e monili. Solo in seguito la donna si è accorta del furto e ha chiamato i Carabinieri di Bagnacavallo

L’ultima truffa è avvenuta giovedì 31 marzo 2016: una signora 80enne che residente in una zone periferica di Bagnacavallo  è stata abbindolata da due uomini che si sono presentati come addetti del gas. Hanno recitato il solito copione del controllo del contatore e si sono fatti aprire la porta di casa. Una volta dentro, mentre uno fingeva di effettuare il controllo, l’altro frugava nei mobili e nei cassetti della abitazione portando via qualche centinaio di euro in contanti e qualche monile in oro.

Purtroppo, solo dopo che i due si sono allontanati la donna si è resa conto che si trattava di malviventi ed ha chiamato i Carabinieri.

Gli inquirenti confermano che questo tipo di raggiri non si ferma mai e che ogni giorno girano senza sosta. Ogni volta che vedono anziani soli si avvicinano e ci provano. Hanno sempre tratti e modi molto gentili, parlano un italiano corretto ed educato, qualche volta anche il dialetto romagnolo, per guadagnarsi la fiducia della vittima ancora molto sensibile alle lusinghe della buona educazione.

Grazie all’attività di informazione istituzionale svolta anche dall’Arma dei Carabinieri, sempre un maggior numero di anziani è consapevole dei rischi che corre ed è più attento e diffidente nei confronti degli sconosciuti, ma ancora troppi cascano nel tranello dei falsi tecnici del gas, dell’acquedotto, dell’Enel, delle Poste, della banca.

Condividi.

Notizie correlate