mancini e campedelli cesena

CESENA: Calcio, accusati di associazione a delinquere Campedelli e sei soci – VIDEO

Riciclaggio, frode fiscale per oltre 11 milioni di euro, associazione per delinquere finalizzata all’appropriazione indebita, simulazione di reato e falso in bilancio. Sono queste le accuse formulate dalla Guardia di Finanza di Cesena che hanno portato all’inchiesta sulla precedente gestione del Cesena Calcio. Le accuse nei confronti dei sette indagati sono scaturite dall’analisi delle carte sequestrate nella sede del Cesena calcio nell’aprile del 2014, un migliaio di faldoni contenenti documenti relativi agli apparati contabili di 25 società, e dagli accertamenti svolti su un centinaio di conti correnti bancari, anche di San Marino. Le verifiche, dicono gli investigatori, hanno consentito di accertare come le casse della società siano state svuotate attraverso la realizzazione di falsi contratti per fornitura di servizi, realizzazioni di lavori e consulenze, giustificati con fatture false per un totale di 7 milioni. In sostanza l’ex presidente, Igor Campedelli,  gli imprenditori e i commercialisti, sostengono ancora gli investigatori della Guardia di Finanza, avrebbero costituito una vera e propria associazione e, approfittando dei loro ruoli, avrebbero messo in atto una serie di raggiri contabili e amministrativi attraverso la creazione di documenti falsi, con l’obiettivo di realizzare indebiti risparmi d’imposta e creare fondi neri. L’indagine consentirà ora alle Fiamme Gialle di avviare una serie L’accusa di falso in bilancio è  ipotizzata in relazione alle plusvalenze realizzate dal Cesena con la compravendita di diversi calciatori, tra cui il giapponese Nagatomo. Il valore dei giocatori sarebbe stato sopravvalutato, con l’obiettivo di ridurre sensibilmente le perdite d’esercizio L’indagine consentirà ora alle Fiamme Gialle di avviare una serie. controlli fiscali per verificare i danni provocati all’erario, sotto forma di omesso pagamento delle imposte dirette o indirette.

Condividi.

Notizie correlate