CESENA: Calcio, plusvalenza sospetta per la vendita di Nagatomo all’Inter – VIDEO

Yuto Nagatomo è il terzino giapponese da anni in organico all’Inter che lo acquistò dal Cesena del presidente Igor Campedelli nel gennaio del 2011 e divenne una plusvalenza impostante per i bilanci del Cesena: 6 milioni di euro da incassare subito più altri di bonus che sarebbero arrivati nel caso del raggiungimento di una somma di partite disputate dal giapponese e dai risultati sportivi conseguiti dall’Inter. Quando la Guardia di Finanza si è occupata delle indagini dell’inchiesta Ippocampus ha ovviamente compreso anche il valore dei giocatori e messa la lente di ingrandimento sull’affare Nagatomo ha scoperto alcune irregolarità. Innanzi tutto che il terzino giapponese era arrivato in Italia in prestito. Poi Campedelli lo ha acquistato per poco più di un milione e mezzo di euro, che non sono ancora stati versati al Tokyo Fc squadra dalla quale proveniva il giocatore. I Finanzieri hanno poi appurato che i nove milioni complessivi che il Cesena avrebbe dovuto incassare erano arrivati solo in parte, come registrato a bilancio. Il dislivello era di circa 3 milioni di euro. Di questi soldi, di cui non si trova menzione, gli imputati dovranno probabilmente dare giustificazione in futuro in aula. Cesena di ieri. E quello di oggi? E’ in pericolo per le accuse mosse di falso in bilancio e, per assurdo, rischia solo il Cesena e non l’Inter in quanto la cifra per le casse della squadra milanese è una goccia del bilancio milionario.

Condividi.

Notizie correlate