CESENA: La Guardia di Finanza scopre una frode da 52 milioni di euro – VIDEO

Gli agenti della Guardia di Finanza di Cesena stanno eseguendo un decreto di sequestro preventivo finalizzato alla confisca di beni per oltre 8 milioni e 280mila euro nei confronti di una persona fisica e quattro persone giuridiche di Cesena. Il provvedimento è stato emesso nei confronti di dieci società operanti nel settore del trasporto merci su strada con sede legale a Cesena, Roma, Milano e nel sud Italia ma tutte operanti nell’area cesenate e gestivano il trasporto di frutta, verdura e relativi imballaggi, destinate alla grande distribuzione organizzata e ai supermercati di tutta Italia. Il sistema di frode ha procurato un’evasione per oltre 52 milioni di euro e si fondava sul ricorso a fatture per operazioni inesistenti o gonfiate emesse da sette soggetti economici completamente o parzialmente sconosciuti al fisco, in favore di tre società leader nel settore, riconducibili ad un medesimo imprenditore locale di anni 47.  Il collaudato sistema di frode  andava avanti dal 2009  e prevedeva che lo stesso viaggio venisse fatturato sia dai padroncini che da altri operatori del settore che avevano effettivamente eseguito il servizio, riducendo le imposte dovute all’Erario. Per gli anni dal 2009 al 2015 è stata constatata l’emissione di fatture false per oltre 23 milioni di euro, redditi non dichiarati e costi indeducibili per oltre 40 milioni di euro ed oltre 12 milioni di IVA evasa, con la denuncia di 6 persone per i reati di utilizzo ed emissione di fatture per operazioni inesistenti.

Condividi.

Notizie correlate