CESENA: Sgominato traffico di anabolizzanti – VIDEO

Un milione e 300mila compresse di integratori alimentari, che in realtà contenevano steroidi anabolizzanti e altre sostanze proibite e pericolose. Il traffico di pasticche vietate, scoperto dalla Guardia di Finanza di Torino, partiva da Stati Uniti e Polonia e arrivava in Italia, poi le pillole venivano commercializzate da un’azienda di Cesena. Grazie all’operazione congiunta della Procura torinese e di quella forlivese è stato possibile sequestrare le compresse dopanti risalendo all’attività cesenate guidata da un 40enne del luogo, denunciato a piede libero per i reati di frode in commercio, vendita di farmaci pericolosi e traffico di anabolizzanti. “Tra le operazioni più rilevanti mai effettuate nell’Unione Europea”, ha spiegato in una nota la Guardia di Finanza. L’uomo ha collaborato con le fiamme gialle ritirando anche la merce stoccata in magazzino e ha dichiarato  di limitarsi a confezionare e commercializzare le pillole provenienti dall’estero. Si tratta di uno dei principali importatori e distributori sul territorio nazionale di integratori alimentari. I prodotti, commercializzati come comunissimi integratori alimentari, sono risultati contenere, come accertato dalle analisi effettuate da personale del Laboratorio Chimico delle Dogane di Torino, steroidi anabolizzanti ed altre sostanze proibite quali Nandrolone, Progesterone, Cortisolo, Trenbolone, Boldenone ed Estrone. È stato inoltre inibito l’accesso al sito internet della ditta importatrice dei prodotti illeciti nonché del suo profilo facebook attraverso il quale i prodotti erano reclamizzati. 

Condividi.

Notizie correlate