giustizia-aula-tribunale-2

FORLÌ: Ausl, condannati alcuni ex dirigenti

La Corte dei conti ha condannato una serie di ex dirigenti dell’Ausl di Forlì al risarcimento nei confronti della struttura sanitaria di circa 260mila euro. L’accusa, secondo la Procura, è che nel periodo considerato larga parte del denaro spettante all’Ausl come risultato delle fatture emesse nei confronti di alcune case di cura private convenzionate sarebbe finito invece nelle tasche dei sanitari del servizio di anatomia patologica, al resto del personale coinvolto e ai loro fondi di categoria. La Procura ha quantificato il danno in circa 260mila euro, ovvero le somme incassate dalle case di cura Villa Igea e Villa Serena di Forlì e non trattenute a favore dell’Ausl di Forlì, negli anni dal 2001 al 2009, che sarebbero state versate al contrario ai sanitari che svolgevano attività di liberi professionisti nelle case di cura. Condannati, tra gli altri, gli ex direttori dell’Ausl Claudio Mazzoni, Sandro Casoli e Lucio Boattini al pagamento di circa 200mila euro nei confronti dell’Ausl di Forlì e del Servizio sanitario regionale.

Condividi.

Notizie correlate